Salta al contenuto

Come non invitare le persone ai tuoi eventi. I DONTS!

Erano mille e più anni che non pubblicavo un video del WollyShow. Oggi ricomincio. L’idea è di Insopportabile. Ho scritto un post su faccialibro, dove…
Producer:
Evento:
Luogo:
Persone: /

Erano mille e più anni che non pubblicavo un video del WollyShow.

Oggi ricomincio.

L’idea è di Insopportabile.

Ho scritto un post su faccialibro, dove davo consigli su come NON invitare le persone agli eventi e ho deciso di fare pure un filmato!

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Non sono un professionista della comunicazione, o meglio, non vendo i miei servigi per tale attività.

  1. Se mi inviti ai tuoi eventi il giorno prima, è ovvio che mi consideri un tappabuchi. Lo stai facendo male.
  2. Se i tuoi inviti sono pieni di punti esclamativi !!!! emoticon, smilies senza senso, non hai capito cosa stai facendo. Lo stai facendo male.
  3. Se il tuo concetto di storytelling emozionale è basato sull’essere easy, sul portare la gioia, l’amore, sicuramente hai sbagliato, non stai promuovendo miss Italia. Lo stai facendo male.
  4. Se mi contatti tu e mi chiedi informazioni su chi io sia, quanti fan ho etc.etc., mi stai comunicando che non sai chi sono, che stai sparando nel mucchio, che non hai la più pallida idea di chi sia la persona che stai invitando. Lo stai facendo male
  5. Se l’invito è Spett.le, Gentile giornalista, collega, non ti prendo neanche in considerazione, sei un cretino. Lo stai facendo male
  6. Se mi scrivi: con preghiera di darne ampia diffusione, sappi che prego in chiesa e che non diffondo a comando. Lo stai facendo male.
  7. Se non sei Apple, Microsoft, Coca Cola etc. se fai il misterioso e non mi dai tutte le informazioni necessarie e fondamentali perché mi devi fare una sorpresa, sappi che l’ultima volta che sono stato sorpreso, veramente, è stata quando ho scoperto che Gesù bambino non esisteva e che i regali me li portavano i miei genitori. Lo stai facendo male.
  8. Se tu che mi inviti vuoi fare il protagonista, povero il tuo cliente, il protagonista è il tuo cliente, non tu. Lo stai facendo male.
  9. Se per invogliarmi mi dici che ci sarà il pranzo gratis e dei gadget, sappi che non sono messo così male, un panino me lo posso ancora permettere e i 2 euro per comprare le cagate che mi regalerai le ho già. Lo stai facendo male.
  10. Se mi dici che mi riconosci un rimborso spese di 30/50/100 euro, mi sa che non hai idea di quanto valga il mio tempo e di quanto possa valere io per il tuo cliente e mi fa capire a che basso target tu ti voglia rivolgere. Lo stai facendo male.

In sintesi: Lo stai facendo male.

#LoStaiFacendoMale

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.