Salta al contenuto

Come cucinare una costata o una fiorentina alta 3 dita in casa

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.
costata
Una bella costata alta 3 dita

Capita di andare dal macellaio e di comprare una o più bellissime costate alte 3 dita, tipo quelle di Tex Willer e Kit Carson.

Purtroppo in casa non hai il forno a legna e nemmeno una di quelle bellissime griglie da BBQ e quindi la cucini in padella e ti esce una schifezza o completamente bruciata e dura oppure bruciate e dentro completamente cruda e fredda e quindi ti passa la voglia di ricomprarla.

Orbene ecco che ti insegno come la cucino io e ti assicuro che i risultati sono assicurati!

Come sempre (che poi il Luca Sartoni mi cazzia), ci laviamo le manine per benino poi indossiamo una cuffietta o un cappello da cuoco (se non siete ovviamente calvi) non per fare i fighi ma per evitare che i vostri capelli zozzi finiscano nel piatto e non c’è cosa più schifosa di trovare dei capelli nel piatto in cui si mangia.

Avrete bisogno di una bella padella e di un forno.

Accendete il forno e lo preriscaldare a 100°.

Mettete la padella sul fuoco vivo e forte e quando essa (la padella) è bella calda ci sbattete dentro la vostra mega costata e aspettate che la reazione di Maillard faccia il suo corso su entrambi i lati della bistecca, per dettagli seguete il link che vi ho messo prima.

Non vi suggerisco condimenti o altro, quella è una vostra scelta basata sui vostri gusti.

Quando la reazione di Maillard è completa su tutti e due i lati prendete della carta da forno e metteteci sopra il vostro bel pezzo di carne e inforante.

Ora in base al numero di pezzi di carne, alla loro altezza attendete che si cuocia bene anche l’interno.

Tanto per darvi alcuni parametri, la costata che vedete nella foto è stata infornata a 100° per 15 minuti ed è uscita con la carne calda anche al centro e bella rosa, io non amo la carne ben cotta.

Naturalmente vale anche per la bistecca alla fiorentina anche se io preferisco mangiarla nei ristoranti giusti.

PS: per cucinare, come nella vita, è meglio se c’è Costanza, i risultati saranno migliori.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inLe Ricette di Wolly

Sii il primo a commentare

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: