Salta al contenuto

BlogFest2011 ovvero la mia BlogFest

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Comincio con i ringraziamenti di rito che però non sono di rito, organizzare un evento come la BlogFest comporta sacrifici, fatica, molto tempo, molte risorse e tanta pazienza; grazie a Gianluca neri e a Ilaria Mazzarotta che ormai da anni organizzano questa gita delle mediegita delle medie (cit. Gianluca Neri), ringrazio tutte le persone coinvolte nell’organizzazione e gli sponsor senza i quali non si potrebbe fare quasi nulla.

Cominciamo subite dalle cose negative, il tempo; a Riva si sa che piove e a volte c’è il sole, questa volta ci sono stati 3 giorni di caldo torrido (30°), speriamo che la prossima volta si torni ai tornado.

I Badge viola quest’anno non c’erano e anche questa è una cosa negativa; perchè? Perché senza badge viola ci sono molte meno polemiche e le polemiche sono il sale della vita.

La cosa in assoluto più negativa è che WordPress Italy NON ha vinto il suo terzo MBA consecutivo, abbiamo parlato con gli organizzatori e per il prossimo anno ci sarà una categoria ad hoc che si chiamerà: Miglior servizio ai blog su WordPress in italiano gestito da Wolly e SteAGL, credo che in questo modo la vittoria dovrebbe essere quasi sicura.

Passiamo ora alle cose positive, tutto il resto.

Amo la BlogFest proprio per l’impostazione che il Neri ha voluto dargli, gita delle medie. Camminando per il centro di Riva incontri amici e nemici ed è bellissimo fermarti a parlare, bere una (una è riduttivo) birra, discutere dei massimi sistemi (se il cielo è azzurro o celeste, se il sole è rotondo o se il cielo ci cadrà sulla testa).

Poi ci sono anche gli incontri e i barcamp, alcuni li ho seguiti altri e ne ho gestito addirittura 1 (un premio in natura alla primA che lo indovina).

I due barcamp che più mi sono piaciuti sono stati il bacardinightcamp e il nightcamp.

Alla fine la mia mania di protagonismo mi ha fin portato sul Corriere della Sera e il che è male perchè sospetto che a giorni sarà brutalmente imprigionato ma, per fortuna ho l’appoggio di molti amici e alcuni di loro hanno anche già preparato il pigiama a righe. (Volevo solo aggiungere che la giornalista Sara Bicchierini ha fatto un ottimo lavoro di sintesi e ha messo tutti i link, sinonimo di grande professionalità; grazie Sara)

Last but not least (qui non
si
pettinano le bambole
qui non si pettinano le bambole, siamo anglofoni) ho anche avuto l’occasione di intervistare Marco Patuano, AD di Telecom Italia, riguardo all’opensource. (qui di seguito il video)

Grazie a tutti i partecipanti perchè senza di loro non mi sarei divertito così tanto e arrivederci alla prossima BlogFest.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inAttualità, costume e societàSussurri dalla reteWordpress

7 Comments

  1. Eta Eta

    Tse’… pensare che io come sempre l’ho votato Wordpress italy 😀
    E’ evidente che le votazioni son truccate!

    Una sola precisazione…nell’articolo manca giusto giusto un link… ad una foto… la MIA!!!

    E’ sempre un vero piacere incontrarvi tutti.
    Alla prossima!

    • La persona più dispiaciuta del fatto che non abbiamo vinto era il Gianluca Neri, tanto che voleva consegnarlo lo stesso a noi anche se siamo arrivati terzi 🙂

    • ahahaahahahaha

  2. Ottimo, ma secondo me dovevi dilungarti molto di più sul nightcamp……. ssshhhhhhhhh!!!!!

    • shhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

  3. […] Blog Awards) a causa del fatto che la simpatica canaglia che organizza non ha mai creato, come solennemente promesso, il premio per il miglior sito italiano che fa assistenza ai blog che utilizzano WordPresse […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: