Salta al contenuto

Ciao Steve, arrivederci Steve

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

hero

Sono nato nel 1966,  Milano – Italia, un luogo ai confini del mondo.

apple IIe
apple IIe

Sono cresciuto sognando di cose mirabolanti che intravedevamo il mio amico Alessandro Maioli ed io, poi un giorno del 1977 in questa landa desolata arrivarono le notizie di qualcosa di incredibile un vero calcolatore elettronico da tavolo. Cominciammo a sognare e a studiare questo strano ragazzo, poco più grande di noi, tal Steve Jobs e il suo socio Steve Wozniak. Il mondo ci appariva molto più piccolo e il sogno si chiamava Lemon, un clone dell‘Apple IIe.

Poi un giorno mio padre tornò a casa con un Apple IIe e li per me si aprì un mondo incredibile fatto di viaggi interstellari, era incredibile avere per le mani un simile gioiello qui nelle terre di frontiera.

Ma il sogno durò poco, creai una serie di software per gestire produzione, magazzino, LIFO e statistiche di vendita e magazzino e quel meraviglioso oggetto sparì e finì in ufficio da mio padre.

Ho sognato il primo Macintosh ma non ho mai potuto averlo.

Steve Jobs era il mio mito da bambino, un ragazzino che mi ha permesso di sognare e di immaginarmi un futuro incredibile là da venire e mi sembrava dietro l’angolo.

Poi arrivò Bill Gates e passai al lato oscuro, costava molto di meno farsi un pc, e per anni ho vissuto come un Sith però dentro di me rimaneva una piccola parte Jedy.

macbook
macbook

Un giorno Steve Jobs torna, da gran maesto Yoda, a guidare il consiglio dei Jedy e stravolge nuovamente il mondo ed con la sua grande conoscenza della forza riesce a riportarmi nella luce, come ogni buon padre dovrebbe fare con i propri figli anche se traditori e così sono rientrato tra i buoni prendendo possesso della mia prima spada laser, dopo il periodo oscuro, un fantastico macbook bianco.

Di combattimenti contro il alto oscuro ne sono passati molti ma, poi è arrivato un iMac, un iPhone, iPod vari, un macmini, un MacBookPro un iPad e chissà cos’altro arriverà in futuro.

Grazie grande Maestro per tutto quello che hai fatto e soprattutto grazie per i cavalieri del bene che hai forgiato che saranno in grado di portare avanti il consiglio al meglio, innovando e migliorando questo mondo.

Grazie di tutto il cuore dalle terre di confine!

Steve Jobs : 1955 – 2011

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inAttualità, costume e societàTecnologia

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.