Salta al contenuto

Pisapia e la co(s)toletta alla milanese

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Mio caro signor Sindaco,

quello che ti espongo è un vero problema, che io sento come prioritario e che se non  seriamente considerato, continuerà a svilire la nostra bella città nel mondo.

Il problema è la co(s)toletta alla milanese!

In ogni ristorante, pizzeria, trattoria, panineria, bar in cui vado propongono delle fettine impanate di vari animali fritti nell’olio (BLEAH) spacciandole per co(s)tolette alla milanese!!!!! Questo è un insulto gravissimo alla cucina milanese, ai milanesi e alla nostra credibilità nel mondo.

Ti chiedo quindi di mettere al più presto in agenda un provvedimento che codifichi con precisioni la ricetta della co(s)toletta alla milanese e che ne protegga il marchio. (La ricetta la trovi linkata poche righe prima)

Chiunque spacci le schifezze che ora vengono vendute come co(s)tolette alla milanese dovranno essere passati per le armi (lo so mi piacerebbe ma comprendo che non è possibile) severamente multati per oltraggio alla cucina milanese a Milano e ai milanesi per un importo non inferiore ai 2.500 euri e chiusi per almeno 2 settimane lavorative.

Te lo chiedo perché il mio duro lavoro di evangelizzatore  che svolgo con passione e determinazione da anni, discutendo ogni volta che trovo in menu simili affronti (co(s)tolette alla milanese fritte nell’olio, di animali vari), non basta per la moralizzazione di un mercato sempre sfrontato e irrispettoso.

Se mi ascolterai, il popolo milanese e chi capisce qualcosa di cucina, te ne sarà eternamente grato e faresti un passo in più nel convincermi a votarti la prossima volta.

Grazie della tua attenzione.

#pisapiasentilamia

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inAttualità, costume e societàLe Ricette di Wolly

Sii il primo a commentare

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: