Salta al contenuto

Sciopero della fame e della sete al Corriere della Sera

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

PaolaIl Corriere della Sera è quel quotidiano da sempre governato dal sindacato, durante gli anni di piombo il sindacato vietò la pubblicazione della foto del tizio che sparava in via de amicis a milano, la foto che diventò l’emblema di quegli anni (dopo 30 anni si scoprì che era un falso ma, a quei tempi nessuno lo sapeva), è lo stesso quotidiano dove brindarono quando Montanelli fu gambizzato è lo stesso quotidiano dove il direttore ha reso noto le clausole del contratto e cioè che i giornalisti del carteceo non devono scrivere sull’online, ecco questo quotidiano che tutti i giorni fa la morale a tutti vive con i precari (come quasi tutta la stampa in generale) e non solo ci vive ma se ne frega bellamente tanto è vero che una giornalista precaria da 7 anni si è vista passare davanti da un novellino.

Stanca di tutto questo ha deciso di cominciare uno sciopero della fame e della sete, i suoi colleghi sono informati e ovviamente niente di nuovo sul fronte occidentale.

P.S.: Questa gente capisce una sola lingua, l’euro: quindi se sei ancora un lettore del Corriere della Sera NON comprarlo più.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inAttualità, costume e società

3 Comments

  1. ElenucciElenucci

    Posso copiare e incollare sul mio blog?

    Elena

    • certamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: