Salta al contenuto

I Plugin che utilizzo per ogni installazione di WordPress

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Una delle domande ricorrenti che mi vengono poste è proprio quella su quali plugin ritengo fondamentali.

Prima di cominciare con l’elenco voglio fare alcune considerazioni:

  • Ogni installazione è un discorso a parte e ha esigenze diverse
  • Ci sono molti plugin che fanno cose simili a quelli dei quali parlerò ma, ritengo quelli che ho selezionato i più affidabili nel temp0
  • Non troverete pugin di SEO perchè nel 99% dei casi assolutamente inutili, il SEO è una materia seria e deve essere trattata da gente esperta e in Italia i SEO bravi si contano sulle dita di una mano, no nessun nome che non voglio querele.

E ora cominciamo con la lista della spesa:

AKISMET, il miglior plugin antispam in circolazione che viene distribuito insieme ad ogni versione di WordPress, sono assolutamente contrario ai CAPTCHA perchè inusabili, io sono normodotato eppure spesso e volentieri devo provare diverse volte prima di imbroccare la giusta combinazione, figuriamoci chi ha deficit visivi.

Google XML Sitemaps, si lo so ho detto niente plugin SEO ma questo è un ottimo prodotto per facilitare l’indicizzazione sui vari motori di ricerca, unico suggerimento è  inutile mandare ai motori di ricerca sitemap con migliaia di post, in base alla vostra frequenza di pubblicazione impostatelo a valori bassi, 20/30 post bastano nella maggior parte dei casi.

Simple Facebook Connect, il plugin definitivo per tutte le vostre iterazioni con FaceBook, sviluppato da Otto, uno dei migliori programmatori su WordPress oltre ad essere parte del team di sviluppo di WordPress.

Simple Twitter Connect, il plugin definitivo per tutte le vostre iterazioni con Twitter, sviluppato da Otto.

Simple Tags, gestione avanzate dei tag, irrinunciabile.

Subscribe To Comments, questa secondo me dovrebbe essere una funzione standard di WordPress ma, dato che non lo è ecco il plugin che la mette a disposizione. I vostri commentatori potranno rimanere aggiornati sull’evolversi della discussione.

Subscribe to Comments Now!, aggiunge al plugin precedente la possibilità di seguire una discussione senza dover necessariamente commentare.

WordPress Database Backup, perchè il backup del database non è un opinione, e’ un obbligo e troppo spesso non viene fatto.

WP Super Cache, perchè la velocità ormai è diventata fondamentale anche per google ma, soprattutto perchè chi naviga ha poca voglia di aspettare. Non è la panacea di tutti i problemi, il sito deve essere comunque ben realizzato e ottimizzato. Questo plugin è sviluppato e manutenuta da Donncha O Caoimh, il primo a rispondere alla chiamata di Matt quando è nato Automattic e uno dei migliori sviluppatori del team di WordPress.

Tirando le somme, sono 9 plugin, che installo sempre e comunque, che ritengo completino le funzionalità di WordPress.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inWordpress

22 Comments

  1. io trovo indispensabile
    e secondo me dovrebbe essere una funzione standard di WP
    contact form

    ciao

  2. Ciao Wolly,
    in realtà Subscribe To Comments ha la funzione per iscriversi al post senza lasciare un commento. Bisogna però attivarla manualmente nel proprio tema con show_manual_subscription_form()

    • vero, infatti il plugin subscribe to comments now semplicemente la posiziona in automatico 🙂

      • Ah ma allora semplicemente “stampa” la funzione?? ahahahah 😉

  3. Come premessa devo dire che sono assolutamente d’accordo sul fatto che non ogni plugin si presta a tutti gli utilizzi di Wordpress.

    Con tutto ciò, a me piacciono i plugin che suggeriscono al lettore post correlati per ottenere approfondimenti. Da diversi anni utilizzo similar posts, ma ce ne sono di sicuro altri emersi nel frattempo.

    • Simple Tags fa anche quello 🙂

  4. Io uso anche WP-Minifiy che trovo molto comodo e utile per migliorare la velocità lato client e alleggerire il lavoro del server.

    Per installazioni “commerciali” di Wordpress uso l’antispam di Typepad perchè Akismet e in pochi vogliono investire nel filtro antispam “definitivo” scelta che non condivido 😉

    • Davide, non offenderti ma, mica ho capito quello che hai scritto nel secondo paragrafo 🙂 Lo riscrivi così che possa capirlo? 🙂

  5. Akismet è gratuito per un uso non commerciale (manca qualche pezzo nel commento di sopra credo per colpa mia 😉 )

    Se si utilizza Wordpress a scopo di lucro bisognerebbe sottoscrivere uno dei piani per uso commerciale (http://akismet.com/commercial/).

    Quindi se si usa Wordpress per gestire il sito di un’attività commerciale per usare Akismet ed essere in regola bisogna pagare.

  6. Eta Eta

    Ciao Wolly,
    ottimi suggerimenti! Non conoscevo né simple FB connect né il twitter. Installati e provati all’istante e sembrano pieni di funzionalità davvero utili.
    Però mentre sul twitter non ho avuto problemi, per il FB non trovo i settaggi e mi sento un po’ idiota. Mi dai una dritta? Grazie.

    • Devi attivare il plugin simple face bookconnect – base, poi vai nelle impostazioni, segui le istruzioni per creare un’applicazione facebook, copi tutti i dati e poi attivi gli altri plugin che ti servono.

      • Eta Eta

        Grazie mille! Sempre ultra gentile! :*

    • Eta Eta

      ops risolto. S’era installato male 😀

    • E’ un ottimo plugin ma, secondo me, non è da installare sempre e comunque. E’ un plugin da persone esperte, io lo tengo nella mia cassetta degli attrezzi per tutti i lavori di tuning e pulizia di wordpress in produzione da tempo.
      Magari scriverò un altro post con il contenuto della cassetta degli attrezzi dove c’è, ovviamente, anche wp-cleanfix 🙂

      • Si forse hai ragione, effettivamente un utente alle prime armi potrebbe farci qualche danno, infatti c’è un bel warning in rosso che lo ricorda 🙂

  7. Secondo me mancano altri 3 plugin fondamentali: MobilePress, Breadcrumb NavXT e WordPress Related Posts. Rendono senza ombra di dubbio molto più usabile un sito!

    Davvero i plugin SEO non servono a nulla? io pensavo di provare headspace…

    • simple tags ha già i related post, non serve altro plugin. Per il sito mobile discorso a parte e non lo vedo come plugin indispensabile e idem il breadcrumb,
      Per il discorso SEO ribadisco che è meglio investire il proprio tempo nel creare i contenuti, di SEO esperti ce ne sono pochissimi e se non sei tra quelli o non sei in grado di affittarli rischi di buttar via il tuo tempo. SPero non ti vorrai basare sulle cazzate che trovi su internet dai milioni di sedicenti esperti SEO.

  8. Nicola, io uso quel plugin da un bel po’ e mi trovo benissimo… l’importante è fare un po’ di attenzione come hai già detto!

  9. Ok, non sapevo cosa installare, perciò provo a seguire i vostri consigli, spero di non sbagliare:)
    a presto…
    Lia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: