Salta al contenuto

Cose dell’altro mondo

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Ogni tanto vado a rileggere la storia di alcune idee di successo per ricordarmi che purtoppo io vivo in questo mondo.

Microsoft, Apple, Google, solo per citare le più famose ma potrei aggiungere Automattic, Facebook per dire di alcune tra le più giovani, hanno tutte in comune una cosa, sono nate da idee di persone maneggione che prima non avevano fatto nulla, nessun curriculum solo idee.

In un caso specifico, Microsoft, queste idee si sono incontrate con le idee di persone con curriculum(preferisco usarlo così)  enormi, erano i dirigenti di IBM che schernirono Bill Gates dicendogli che il business era l’hardware e non il software e per tale motivo firmarono con gioia la licenza d’uso di MSDos.

Nel mondo dove vivo io, purtroppo chi parla di tecnologia e innovazione spesso è un pensionato, magari espulso dal processo produttivo e probabilmente questo è un altro dei problemi (un altro non l’unico) che non permette la creazione di un humus per far emergere le nuove idee, perchè ad ogni piè sospinto viene chiesto il curriculum e si preferisce parlare tra persone con curriculum piuttosto che con idee.

Personalmente preferisco andare dove si parla di nuove idee, dove persone senza curriculum raccontano i loro sogni, quello che immaginano possa essere il futuro, che raccontano il mondo che forse domani sarà e non amo partecipare ad eventi dove chi parla ha curriculum fittissimi (di cosa poi visto che il nostro paese non brilla ne per innovazione ne per aziende innovative) e raccconta del passato non vedendo il futuro; attenzione il passato è fondamentale e deve essere studiato ma, non è il futuro come direbbe il mio amico lapalisse.

Sarei molto contento se l’altro mondo insegnasse anche al mondo dove vivo a giudicare meno dal passato e puntare sul futuro, probabilemente ne guadagnerebbero tutti, anche i pensionati.

dedaddato
Blog Dedaddato

UPDATE: Messo in SPAM commento di un tale, credo si chiami Dadda, come da policy del mio blog,qui faccio quello che mi pare. Non mi piaceva il suo profumo.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inAttualità, costume e società

20 Comments

  1. Condivido in pieno le tue osservazioni. Bel post.

  2. è bello quanto hai scritto, sopratutto per me che non ho alcun curriculum… ma che credo nella rete e ancora prima nelle persone che la popolano…
    Sarebbe bello, avere o ancora meglio creare una fabbrica di idee…

  3. UPDATE: Messo in SPAM commento di un tale, credo si chiami Dadda, come da policy del mio blog,qui faccio quello che mi pare. Non mi piaceva il suo profumo.

  4. Questo post è condivisibile e apprezzabile, ora però lasciami dire che da utente esterno, che non conosce nè te nè dadda, posso dire che il commento finale e il video rimosso sconfinano nella pateticità.

    • Io ignoro l’esistenza di Dadda, l’ho bloccato in ogni posto per non leggerlo, non parlo mai di lui per me non esiste. Il problema è che per lui non è così ma, non è colpa mia. Se una persona indesiderata prova ad entrare in casa tua tu cosa fai? Ho segnalato che ho cestinato il suo commento, il primo o il secondo da quando c’è questo blog perchè conosco il tipo e so benissimo che avrebbe scritto un post ad hoc gridando alla censura e quindi l’ho preceduto scrivendo io che l’ho censurato.
      In ogni caso io continuerò ad ignorarlo, a cancellare i suoi commenti dal mio blog e a bloccarlo in ogni posto dove lui provi ad interagire con me. Per me non esiste e ripeto, non lo cito mai, non parlo mai di lui, non scrivo mai nulla di lui e non intervengo mai su quello che scrive lui, tutto questo a differenza sua.

      • Chiaro, comprensibile, io mi sarei limitato ad ignorare il commento e basta 🙂 Comunque, sempre nel merito del post sono abbastanza d’accordo. D’altro sono convinto che un curriculum di base ci voglia, possibilità ad emergere per tutti, ma “onore” a pochi. In questo contesto l’università è un affare serio che non va sottovalutato, stendendo un velo pietoso sull’università Italiana perchè altrimenti mi vengono le lacrime. Tra università del cazzo nate per battere cassa e con un rate di bocciati bassissimo o inesistente, università storiche diventate del cazzo per tirare avanti e corsi di studio seri o serissimi che arrancano (se non affogano) per sopravvivere perchè con pochi iscritti la situazione è veramente pietosa.

        Differente all’estero (e non parlo solo di stati uniti, che al contrario considero la radice del nostro male universitario), d’altronde la gente stà lontana dalle cose difficili.

        • L’avrei fatto anche io ma, ripeto, il tipo è abbastanza prevedibile e sapevo benissimo che avrebbe scritto un post contro il censore, quindi ho preferito auto denunciarmi.
          Non è solo questione solo di Università ma del sistema in generale, banche, istituzioni, investitori, tutti vecchi ricchi di curriculum che non producono niente che preferiscono parlarsi tra di loro in convegni dove la cosa più nuova ha 1000 anni e a finanziare chi può dare in cambio la stessa cifra in garanzia. Non sono preparati per ascoltare le idee e per rischiare.

    • E cosa c’entra? Se dadda si diverte a scrivere contro di me dovrei cambiare idea sui tuoi insulti riferiti a dadda? Insultare è pratica comune ma sempre da condannare, tu insulti dadda, dadda insulta me non è che le due cose si annullano.

  5. Non c’entra nulla, mi fa solo sorridere la situazione tutto qui. Da sostenitore sfegatato di Dadda a detrattore assoluto. Strano anche il fatto che ritieni deprecabile e condannabile la pratica dell’insulto ma solo se perpretata da altri, e non da te. La coerenza non mi pare di casa qui.

    • Ehm, per curiosità dove avrei insultato te o l’innominabile?

      • Mi hai dato del maleducato nella mailing-list denigrandomi, mi hai definito “siffatto personaggio” e non ricordo cos’altro su Friendfeed in quel famoso thread. Ti avevo scritto una mail per chiarire la situazione e non mi hai mai risposto. Mi hai giudicato, senza neanche conoscermi. Chiudo qui definitivamente la faccenda, non è che mi interessasse più di tanto, ma non ho mai dimenticato quell’episodio così squallido e privo di senso.

        Ciao.

        • una persona che insulta un’altra persona è maleducata.
          Siffatto personaggio significa una persona che così si comporta. Nessun insulto da parte mia mai.

        • P.S:non mi sembra che non ti interessi visto come sei intervenuto a lunga distanza.

          • Visto che non mi hai mai degnato di una tua risposta, quale migliore occasione per lasciare un mio pensiero riguardo quella situazione? Noto, tra l’altro che qui mi stai rispondendo.

            Per quanto riguarda la maleducazione potrei essere d’accordo con te, ma lo è altrettanto giudicare una persona come hai fatto tu, scrivendo pubblicamente sul tuo blog, e scrivendo frasi poco simpatiche in mailing-list e tutte le cose sopracitate.

            • sei sicuro di avermi scritto una mail? te lo dico non perchè non sia vero ma perchè io non me le ricordo e, ribadisco, questo non significa che tu non l’abbia scritta.

                • ce l’hai ancora? me la rimandi? wolly66 gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: