Salta al contenuto

Ottimizzare WordPress per i motori di ricerca

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Ogni giorno leggo post che spiegano come ottimizzare wordpress per i motori di ricerca e tutti dicono sempre le stesse cose:

  • Permalink (google ha smentito che faccia differenze in base ai permalink visto che leggono tutto)
  • Sitemap
  • Plugin vari di seo
  • Titoli
  • e le altre solite cose

ma, NESSUNO parla della cosa più importante e cioè dei contenuti e della loro freschezza.

Smettetela di farvi seghe mentali per guadagnare una posizione sull’indicizzazione del vostro blog e per passare da 0,01 a 0,02 di google adsense, mettetevi a scrivere contenuti originali, FRESCHI, vostri e interessanti, questo è il segreto dell’indicizzazione del vostro blog, è il segreto per avere lettori abituali ed è il segreto per passare dalle seghe mentali al piacere di scrivere.

Il giorno che avrete l’esigenza vera di lottare per l’inidicizzazione lasciate perdere tutti questi suggerimenti rivolgetevi ad un vero esperto SEO che vi guiderà, a pagamento, verso i veri segreti, vi spiegherà come scrivere, quali tag utilizzare come creare il vostro layout e vi farà ottenere risultati veri.

Tutti quelli che usano wordpress utilizzano le stesse cose che vengono scritte su tutti questi post e quindi dovrebbero essere tutti primi ma ciò è impossibile, occupatevi dei contenuti, scrivete cose interessanti e aggiornate spesso, fatevi conoscere nei SN e vedrete che il vostro ego sarà soddisfatto da qualche visita in più.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inWordpress

14 Comments

  1. io seghe mentali infatti non me ne faccio 🙂

    • infatti tu scrivi e scrivi tanto 🙂

      • scrivo tanto per dimenticare il seo 🙂

  2. c’è anche qualcuno che s fa seghe mentali su questo? Comunque è vero, di contenuti realmente validi in giro per blog ne trovi davvero pochi, compreso il mio 😉

  3. Ottimo intervento, Paolo!

    • nessuna telepatia secondo me anche te ti sei strarotto i maroni di leggere tutorial tutti uguali e tutti inituli 3 volte al giorno 🙂

      • Tu dici?…
        confermo…
        😀

        Oggi ho “giustiziato” (ma con parole carine) un post su un popolarissimo blog che consigliava plugin per i commenti con funzionalità che WP ha integrate nel core da mesi e mesi…

        coraggio!!!!
        😀

        Stefano

        • diventa sempre più dura, perchè credo di sapere a quale post ti riferisci che è stato ripreso e tradotto da molti 🙂

  4. Condivido, anche se ho fatto tutti gli errori da te elencati nel muovere i primi passi. Troppo tempo speso a comprendere i meccanismi del SEO (ad oggi, senza risultato) a discapito dei contenuti e di quello che dovrebbero essere, a mio avviso, i principali obiettivi di un sito web: l’originalità e la qualità (anche a discapito della quantità) dei contenuti, l’attenzione nella loro cura e pubblicazione, l’aggiornamento degli stessi.
    Grazie

    • La cosa importante è rendersene conto.
      Ciao

  5. Sante Parole Wolly!
    il problema è che nel 99% dei casi un blog si apre “perchè si ha voglia”, senza un’idea, un progetto, un core-business decente (o almeno degno di tale nome).

    Poi ovviamente quando arriva l’idea “ci posso guadagnare”…. amen!
    Passara’ mai il mito di “corsa all’oro su internet?”

  6. … ma la disinformazione fatta da alcuni “SEO”, se così si possono chiamare, è voluta?
    Perché?

    Ottimo articolo, proprio perché al seocamp di Parma ne ho sentite di tutti i colori su Wordpress, (che utilizzo) ho fatto qualche ricerca e non vi dico le sfumature… aiuto!!!

    Alex

    • i SEO bravi sono pochissimi 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.