Salta al contenuto

Democrazia, la fantastica illusione

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

La Democrazia è l‘illusione di cui tutti ci nutriamo, il cibo per le nostre aspirazioni. Vivere in democrazia ci sembra un qualcosa da difendere e da perpetuare.

Il governo del Popolo è l’illusione più subdola che chi governa propina agli elettori.

La democrazia non esiste, noi viviamo in una sorta di matrix, inconsapevoli di vivere tutta una finzione perchè in realtà la democrazia, il governo del popolo non esiste.

Lo so che molti di voi in questo momento staranno pensando che questo è il solito discorso qualunquista, che i nostri nonni hanno dato la vita per donarci la democrazia, che se governasse quello o quell’altro si che ci sarebbe democrazia ma, non è così non c’è alcun qualunquismo.

In ogni paese esiste un oligarchia che governa secondo i propri interessi, badando a non inimicarsi il popolo consumatore con alcune concessioni ma null’altro.

I poteri forti hanno nomi e cognomi, si chiamano banche, editori, gruppi finanziari,assicurazioni, Fiat (in Italia),paesi stranieri  e altri ancora.

Loro decidono chi finanziare e chi aiutare loro decidono chi dovrà salire al potere e chi invece dovrà rimanere fuori. Dai ministri, dai capi di governo, dai notabili dei vari partiti, vanno i Presidenti, gli amministratori di questi gruppi e con loro, al riparo da orecchie indiscrete, stabiliscono i programmi i progetti e decidono del nostro futuro.

La FIAT, scontenta di qualcosa, manda Montezemolo a creare la sua fondazione per avvisare l’attuale inquilino di palazzo chigi che deve stare attento altrimenti si mettono a fare politica. Negli USA, dove la maggioranza dei cittadini è d’accordo, non si riesce a far passare una legge per creare la sanità pubblica, cosa normale per un paese civile, in Italia si tuona contro le banche si fà finta di bastonarle ma, nulla è cambiato, nessuna banca ha elargito un euro in più alla piccola e media imprese, nonostante tutti i finti provvedimenti presi.

La politica costa e solo chi ha i soldi può fare politica e per avere i soldi devi rivolgerti a che ce li ha creandoti così un debito da pagare in futuro, negli USA è normale per le aziende finanziare entrambi i partiti.

I politici sono sempre scelti da altri politici e allo stesso modo vengono trombati se legati a correnti perdenti.

Il popolo è solo un consumatore da coccolare nelle vicinanze delle elezioni e null’altro, il popolo non ha alcun vero potere perchè il suo voto è incanalato verso i politici scelti dai poteri forti, il popolo non sceglie nulla perchè nessuno del popolo potrà mai avere il potere senza l’approvazione dei poteri forti.

Gli errori gravi del governo Berlusconi non sono l’essere andato a puttane o l’aver divorziato o l’aver fatto gaffes ma sono erorri molto più gravi per il paese come l’aver ripanato con i soldi dei contribuenti il deficit del comune di Catania o del comune di Roma perchè non può permettersi di perdere questi caposaldi dove i poteri forti sarebbero rimasti molto delusi dal non incassere le proprie spettanze, come non l’aver commissariato la Campania e la sanità della Sicilia che da sole creano un debito pari ad una finanziaria di piccolo cabotaggio e tutto questo non certo a favore dei servizi ai cittadini ma a favore dei poteri forti della zona. Nessun governo può fare a meno dei poteri forti e nessun governo andrà mai contro chi finanzia tutto.

Si lo so che ora state pensando che questo (io) non so che i finanziamenti privati sono illegali ma, vi stupirò, lo so. Dare lavoro, è tipico di alcuni poteri forti che in questo modo si assicurano il controllo del voto e sono in grado di influenzarlo, finanziare come sponsor qualche convegno o assumere qualche amico è supporto finanziario per non parlare degli editori che supportano una  o l’altra parte.

Al popolo viene lasciata l‘illusione di vivere in democrazia, viene lasciata l’illusione della libertà di parola e di espressione, vengono scritte Costituzioni bellissime e altisonanti ma, assolutamente vuote.

Lasciano che il popolo discuta, si incontri, lo portano in piazza e gli regalano illusioni e speranze salvo poi fare solo quello che è compatibile con i poteri forti.

Creano ad arte contrapposizioni per avere dei soldati da spendere nella guerra tra poteri forti perchè non crediate che i poteri forti vanno d’accordo tra loro, sono predatori che vivono di compromessi e non si mangiano solo per convenienza o per mancanza di forza per prevalere sull’avversario.

Una vera democrazia non dovrebbe fondarsi su una maggioranza semplice, dovrebbe basarsi sulla partecipazione del popolo, dovrebbe basarsi sulle persone non sui partiti e dovrebbe essere completamente slegata dai soldi cosa al momento assolutamente utopistica.

Certamente al momento questo è il meno peggio dei sistemi di governo ma essere il meno peggio non significa che sia il migliore.

Quella che noi chiamiamo democrazia è in realta un oligarchia governata da una guerra sempre aperta dove i lupi mangiano gli agnelli e a volte, poche, diventano cannibali.

Se vivessimo in democrazia al governo avremmo persone scelte dal popolo non dai partiti, avremmo governi il cui primo compito non sarebbe quello di ripianare debiti ma di risolvere i problemi veri delle persone:

La povertà, l’assistenza sanitaria, la casa, la cultura e solo dopo penserebbe alle cose futili, perchè un governo del popolo metterebbe al centro del suo agire la persona non i poteri forti, che si chiamino banche, aziende, gruppi editoriali, sindacati, partiti o paesi stranieri ( mi riferisco all URSS o agli USA come esempio di intromissione di governi stranieri). Un governo del popolo per il popolo e non per i poteri forti che  hanno instaurato una dittatura di fatto facendoci credere di vivere in una democrazia.

Questo discorso si applica a TUTTE le cosidette democrazie, non è peculiarità del nostro paese e dei nostri governanti.

So anche che qualcuno penserà che sono diventato comunista, tranquili quello che ho scritto non ha nulla a vedere con la dittatura del proletariato e amenità simili, io mi rifaccio ad un liberismo vero, dove il centro di tutto è l’Uomo inteso come essere umano (specifico per evitare considerazioni idiote) e non il denaro e il potere o l’affermazione personale ma, sono perfettamente consapevole che per ora rimane un Utopia visto che chi detiene il potere, i burattinai, non ha nessuna intenzione di lasciarlo e se vermanente credete che un politico qualsiasi sia meglio di un altro, mi dispiace deludervi, non è così, ha sempre un referente a cui rendere conto.

Una cosa voglio però affermare con forza, io sono ottimista e sono convinto che un giorno ci sarà il governo del popolo per il popolo, non so quando, non so se lo vedrò ma ci sarà.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inIl Wolly pensiero

3 Comments

  1. Neppure Morpheus è stato così cattivo: a Neo ha dato prima la possibilità di sapere o non sapere.
    La maggior parte della gente, se glie ne avessi dato la possibilità, avrebbe scelto di non sapere e non avrebbe proseguito la lettura.
    Tu, come me e alcuni altri, sai cosa c’è dietro all’apparenza ma la cosa non è per nulla piacevole vero? Quante volte ti sei detto che sarebbe stato meglio non sapere: beata ignoranza!

  2. Edoardo Edoardo

    E’ proprio l’accettare l’ignoranza come beata che fa si che questo sistema resti in piedi.

    • Era ironico il mio indicare l’ignoranza come una condizione rassicurante eh?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.