Salta al contenuto

Olimpiadi – Cina – la festa degli struzzi

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.
Uno sguardo da struzzo
Uno sguardo da struzzo

Quanti struzzi che ci sono nella grande festa delle olimpiadi cinesi.

Primo struzzo il CIO che ha concesso l’organizzazione dai Giochi Olimpici alla Cina, tanto i diritti umani sono problemi politici dei singoli governi

Secondo struzzo i governi che terrorizzati dalla potenza economica e militare della Cina hanno fatto buon viso a cattiva sorte e non hanno boicottato i giochi assegnati dal primo struzzo, nel nome di chissà quale principio o di quale speranza, la verità è che il problema è solo economico e davanti ai soldi tutti diventano pragmatici e i diritti umani diventano carta da cesso e non venitemi a dire che Bush è stato duro con la Cina, gli atleti americani sono alle olimpiadi e c’è anche lui.

Terzo struzzo i media che parlano parlano e straparlano di diritti umani che criticano i vari governi per la loro ignavia ed eccoli tutti li pronti a raccontarci delle mirabolanti olimpiadi, aggiungendo ogni tanto qualche piccolo accenno a quel problema che di fronte al gesto atletico passa in secondo piano, i diritti umani.

Quarto struzzo gli atleti, comodo anche per loro dire che il problema è politico e lo sport deve unire e non dividere, anche in questo caso pecunia non olet e per poter incassare i propri eurini e per farsi un pò di pubblicità, ottenere sponsor e premi si partecipa dimenticandosi ovviamente i diritti umani.

Naturalmente la colpa è sempre di qualcun’altro ogni struzzo è convinto di essere nella ragione e il problema è di qualche altro struzzo e tutti si sentono sollevati tanto i loro soldi li incassano e non fa nulla se guadagnano grazie ad un paese che non i rispetta i diritti umani, agli struzzi poco importa l’importante è riempire il portafoglio.

Dato che non voglio far parte del quinto struzzo e cioè dei telespettatori, quelli che fanno la fortuna dei media, quindi degli sponsor e di conseguenza creano il giro vorticoso dei quattrini che fa stare in piedi tutto questo orrido gioco io non seguirò le olimpiadi seguendo il suggerimento di Marcello.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inIl Wolly pensiero

24 Comments

  1. proprio vero pecunia non olet, neanche io seguirò i giochi in tv

  2. E tre!
    Oggi leggendo i miei feed, vedo che cominciamo ad essere una piccola minoranza!

    • luca luca

      dispiace aver letto questo post con cosi tanto ritardo ma lascio ugualmente un commento:
      Leggendo il profilo dell’autore, non trovo nulla che lo colleghi in qualche modo con la Cina ciononostante esso si lancia in pompose considerazioni di carattere socio politico. Presumo che le sue fonti sono quanto “recupera” qui e la su internet e carta stampta. Ecco un po di maggiore umilta’ e soprattutto conoscenza reale dei fatti sarebbe necessaria prima di esternare, vero che il blog e’ uno spazio libero pero’ cio mi fa pensare che oltre agli struzzi ci sia la categoria dei “pecoroni” che seguono quanto viene messo loro in testa senza approfondire. Taggare Tibet perche va di moda mi sembra un insulto alle persone intelligenti, ripeto e’ uno spazio libero e con cio vorrei solamente stimolare una produttiva e sana discussione.
      Saluti

      • interessantissimo commento, insulti e null’altro, si vede che tu sei un grande esperto.

  3. luca luca

    mi dispiace, non mi sembra di leggere insulti a meno che non si VOGLIA leggerli, pero mi rammarica vedere che non ha rappresentato nessun stimolo a una discussione ma scatenato solo ironia arroccati nelle proprie posizioni, non fa nulla, ciascuno e’ libero nelle proprie idee se non vuole cambiarle.
    Buona giornata.

    • Vuoi discutere il fatto che in Cina i diritti umani non sono rispettati?
      Vuoi discutere il fatto che ogni anno vengono giustiziate più di 5000 persone in CIna?
      Vuoi discutere il fatto che in TIbet la Cina da sempre porta avanti una politica oppressiva?
      Vuoi discutere che in CIna mancano totalmente le libertà individuali?
      Vuoi discutere …
      Comincia a discutere invece di insultare ed evita il tono da verginella perchè il blog non è un posto pubblico è un posto privato aperto anche al pubblico e se scrivi stronzate, come hai fatto, non puoi pretendere altro.

  4. luca luca

    Mi fa piacere intavolare una discussione, certo che uno che parte con il termine “stronzate: o verginella direi che non possiamo certo considerarla una partenza intelligente comunque punto per punto:

    -Pena di morte: esiste in molti altri paesi (compresi gli evoluti USA e Giappone ) se discutiamo sulla validita’ o meno dela pena di morte sono dacccordo, andrebbe abolita se discutiamo sul fatto che la pena di morte sia un problema di diritti umani solo in Cina non sono daccordo. Sui numeri (da verificare) direi che siamo in linea con quanto viene fatto dagli USA visto che in Cina si parla i un paese di 1,3 miliardi di persone, quindi apriamo un bel post pure su questo.
    – Tibet: rubami il termine visto che a te piace e’ una grandissima STRONZATA, in Tibet non sono stati violeti diritti umani, leggiti un po di storia vera scritta da esimi sinologi come il professor Cammelli, Collotti Pischel invece di seguire le stronzate new age raccontate da scribacchini della carta stampata. Quando ti sarai documentato ne riparleremo poiche non voglio occupare tuo spazio con analisi storiche che si torvano dovunque.
    – Liberta’ individuali: perfetto dimmene qualcuna e cosa intendi per liberta individuali, presumo hai passato molto tempo in cina per poter parlare o sbaglio? Beh io, la verginella, sono da oltre 10 anni in Cina e onestamente mi infastidisce assai sentire le sttupidaggini raccontate queste si dalle verginelli presenti in Italia che dimenticano le liberta oramai perse in quello che era uno dei piu bei stati del mondo e che spiano in casa altrui pensando di trovare chissa che cose scandalose.
    Non era mia intenzione far scendere la discussione su questo piano ma vedo che devo adeguarmi al linguaggio di chi tiene lo spazio in questo Blog.
    Ora attendo delle analisi concrete basate su esperienze dirette o fonti certe, il resto e’ solo aria fritta

    • cerca pena di morte nel mio blog e vedrai cosa viene fuori, la matematica non è un opinione 5000 (probabilmente molti di più contro un centinaio non è la stessa percentuale che dici tu e in ogni caso la mia idea sulla pena di morte la troverai ben scritta più volte nel mio blog)
      Purtroppo con la cina ho a che fare molto più spesso di quelli che avrei desiderato ma, per fortuna ancora per poco e le prossime volte sarò solo un turista con macchina fotografica a zonzo per le bellezze storiche delle Cina.
      Sul discorso Tibet ho purtroppo capito di che parrocchia sei, io sono assolutamente dalla parte del Dalai Lama e contro la cinesizzazione del Tibet ma, sono questioni ideologiche e qui non troveremo mai un punto di contatto.
      I diritti dei lavoratori sono anche loro diritti umani e so per certo che in Cina hanno valore 0.
      Potrei continuare all’infinito ma credo perderei il mio tempo in tuttà onesta visto che ritieni imbruttita l’Italia negli ultimi anni.
      Rimani in CIna (anche se dubito ti sia in CIna) e se prima non hai potuto vedere questo post e questo blog è solo perchè la CIna non permette la lettura anche del mio blog.
      Ora scusame devo rimettermi a lavorare che devo terminare due contratti proprio con la CIna.
      ciao

      • luca luca

        brevemente perche pure io sono al lavoro, (in Cina) anche se te dubiti e cio poco m’importa:
        con tutto il rispeto per il tuo blog non credo chei dati da esso riportati riguardo alla pena di morte possano essere considerati la bibbia, in ogni caso la soluzione capitale va abolita o meno al di la dei numeri.
        Dalai Lama; che si voglia stare nella sua parrocchia per una questione di new age tanto di moda e perche fa figo a Hollywood posso capirlo che poi si cada nel tranello della politica allora mi sembra assai ingenuo, ripeto, conoscenza conoscenza e conoscenza prima di farsi le opinioni, il Tibet non e’ Cinesizzato in quanto il Tibet fa parte della Cina dai tempi della prima dinasta Ming, rileggiti la storia.
        Il tuo blog non l’ho letto prima perche non e’ certo una delle priorita di google, da qui, Beijing, accedo a piu pagine di quanto credi quindi il governo Cinese non si preoccupa certament di bannare il blog di woly se devo leggere dei blog preferisco senza’altro quelli di persone leggermente piu preparate sull argomento di te.
        BELLE COERENZA COMUNQUE visto che il tuo post nasceva con il discorso degli struzzi poi mi dici che fai business con la Cina, come si suol dire predicare bene e razzolare male!!!!! COMPLIMENTI E BUON LAVORO!

        • Guarda negli ultimi 4 anni sono riuscito a spostare circa l’80% degli acquisti fuori dalla Cina, ora mi rimane il 20% che purtroppo non riesco a trovare in nessuna altra parte del mondo ma, è un problema che sto risolvendo modificando i prodotti e togliendo gli ingredienti che rovengono solo dalla Cina, è solo questione di tempi.
          La storia la conosco molto bene non ti preoccupare e non l’ho studiata su wikipedia e affini.
          ciao
          P.S.: Chissà perchè so già in anticipo tutto quello che commenterai.

          • luca luca

            Sai in anticipo le mie risposte perche sei un Genio, serviva dirlo si deduce da ogni cosa che scrivi!! Ti auguro di spostare qiuesto 20 % quanto prima per renderti uomo felice, e poter dire IO NON FACCIO lo struzzo dato che lo stai facendo da piu di un anno data del tuo articolo. Effettivamente pure a me non piace wikipedia, vedi che abbiamo qualcosa in comune? Poi bisognerebbe ricordarsi quello che si studia prima di esternare pero non per tutti e’ possibile.

            • Visto che lavori in uno dei più grandi gruppi Cinesi sei per caso l’addetto alla controinformazione e al controllo della web reputation?
              Se puoi rispondere la mia è solo curiosità.
              ciao

              • luca luca

                Mi piacerebbe esserlo almeno sarei pagato per quello che scrivo 🙂 invece mi tocca farlo gratis, per la verita ho una mia societa’ e mi piacerebbe fosse uno dei piu grandi gruppi cinesi ma invece molto piu modestamente e’ piccola e si occupa di business dandomi da vivere.
                Non penso di essere l unico che porta avanti queste “teorie” che a voi in Italia possono sembrare bizzarre, prova a frequentare altri blog ad esempio quello di Sisci sulla LaStampa e poi vedrai che esiste un altro mondo.
                Se si fa questo e’ perche’ come se il tuo macellaio dicesse in giro che a letto sei una pippa perche’ l’ha sentito da tizio il quale l’ha sentito da…..e cosi via. Ti incazzeresti giustamente.
                In pratica meglio parlare di quello che si sa in casa propria o che si e’ visto e documentato con certezza e riservare le chiacchiere per lo sport e lo spettacolo non per le cose serie, oramai ho letto delle cose talmente assurde sulla Cina in questi ultimi anni che lo trovo oramai vomitevole.

                • Tu stai usando una connessione intestata ad uno dei più grandi gruppi cinesi o almeno così dice il loro sito web.
                  Ripeto la Cina la conosco per esperienze dirette e non per sentito dire, anche se dire che si conosce un paese immenso come la Cina composto da centinaia di Cine diverse sarebbe presuntuoso anche da parte di un cinese.
                  ciao

            • P.S.: Vorrei ben evidenziare che le mie critiche sono al governo cinese non al popolo cinese visto che ho diversi amici cinesi tra i quali alcuni più evoluti che hanno la possibilità di viaggiare e non sono conniventi con il governo e non hanno le fette di salame sugli occhi anche se traggono enormi vantaggi.

              • luca luca

                Quando avrai maggiori informazioni saro ben felice di discuterne, in questo momento non potrei mai avere la pretesa di modificare un pensiero formato da anni di propaganda occidentale, fai tesoro di quanto potrebbe lasciarti un viaggio in Cina e non fermarti alle apparenze, la Cina e’ un mondo che neppure noi che siamo qui da anni potremo mai capire e giudicare completamente, sentirlo fare da persone che stanno a 9000 km di distanza non puo che far pensare sulla pochezza di certe argomentazioni

  5. luca luca

    interessante la cosa del gruppo cinese, di che gruppo si tratta? parli della CNC oppure un gruppo privato? come faccio a vederlo da solo il nome? beh se vuoi vedere il mio sito di lavoro e’ questo:
    http://www.lkcons.com cosi perlomeno spero capisci che non sono una sia al servizio dei servizi segreti 🙂

    • si risale dall’indirizzo ip.
      adesso vado a vedere il tuo sito.

      • luca luca

        eh ancora non capisco questo, non sono un drago informatico quindi trovare il nome di questo gruppo indistriale mi e’ impossibile con le mia conoscenze attuali, vabboh comunque la mia societa non e’ una copertura dell’attivita’ di controspionaggio.

    • però sei ad Hong Kong che non è la Cina anche se io continuo a preferire Singapore.
      ciao

      • luca luca

        eh eh leggi meglio, registrata a HK, ufficio a…….
        Singapore non l ho visitato ma forse mi darebbe certamente meno fobie di HK

        • luca luca

          TROVATO il mio indirizzo IP, CNC group e’ la Telecom Cinese quindi nessun mistero di spionaggio almeno per ora.
          Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.