Salta al contenuto

Doping e (dis)informazione

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Il caso:

Marta Bastianelli giovane e forte ciclista azzurra è stata trovata positiva al doping.

Immediatamente la colpa è degli integratori.

Peccato che la Bastianelli dichiari:

Mi sono rivolta al mio farmacista di fiducia – è stata la prima spiegazione della giovane iridata – per farmi preparare una mistura di erbe utile al drenaggio. Come sempre ho voluto leggere l’elenco dei prodotti utilizzati e tra questi c’era il benfluorex, che non figura tra le sostanze proibite. Dalle analisi di laboratorio risulterebbe, invece, che quel prodotto contiene anche il principio attivo che è all’origine della mia positività. Ma io come potevo saperlo?

Primo: Il Benfluorex è farmaco fuori commercio in tutta europa eccetto che per la Francia.

Secondo: Il benfluorex può essere utilizzato solo tramite preparazione galenica in farmacia con prescrizione medica senza aggiunta di altri farmaci.

Terzo: Se la ciclista non si informa è colpa sua in ogni caso visto che è un medico che le ha per forza prescritto il benfluorex

Quarto: se invece è il farmacista che ha fatto la preparazione magistrale (ripeto non esiste il farmaco in commercio) SENZA la prescrizione del medico è bene che la magistratura si attivi immediatamente per capire cosa fa quel farmacista.

Alla fine della fiera si cerca sempre di dare la colpa agli integratori ma qui si parla di medicinali particolari preparati da un farmacista dietro prescizione medica.

Eccovi un estratto tratto da informazione sui farmaci:

Detto ciò, la normativa italiana che regolamenta le preparazioni ad azione anoressizzante consente attualmente l’esecuzione di preparati magistrali a base di benfluorex, ma vieta espressamente la possibilità di associarlo con altri pincipi attivi che vengano utilizzati per una finalità analoga, e più precisamente con metformina, ormoni tiroidei e acido triiodoacetico (DM del 26 maggio 1987, pubblicato nella GU 8 giugno 1987, n. 131; nota del Ministero della Salute del 29 gennaio 2004), fatta eccezione per il trattamento dell’obesità secondo la Metodica Zohoungbogbo (sentenza del TAR del Lazio n. 7859/2005; nota del Ministero della Salute 8.11.2005). In quest’ambito, il Ministero prevede la spedibilità delle ricette contenenti associazioni di anoressizzanti redatte esclusivamente dal Dott. Zohoungbogbo stesso.
Non essendo più in commercio nel nostro paese alcuna specialità a base di benfluorex, la formulazione di preparazioni galeniche che lo contengono deve seguire quanto previsto dall’art. 3 comma 1 e art. 5 comma 1 del DL n. 23/98 e dalla L 94/98. La possibilità di eseguire preparazioni contenenti un principio attivo non più in commercio nel nostro paese è subordinata a due condizioni: la specialità corrispondente non deve essere stata ritirata per motivi concernenti la sicurezza d’impiego; devono esistere in commercio in almeno un paese dell’Unione Europea specialità che lo contengono o il principio attivo deve essere descritto nelle farmacopee dei paesi dell’Unione Europea.
L’allestimento del preparato galenico risulta, pertanto, possibile, data la presenza in commercio in Francia, ma la scelta di utilizzare o meno questo farmaco rimane confinata al giudizio del singolo medico che deve valutare attentamente il profilo di beneficio/rischio del trattamento.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inIl Wolly pensiero

2 Comments

  1. marco marco

    Questa storia mi ricorda il caso di Gianni Bugno, trovato positivo anni or sono alla caffeina e squalificato.
    Essendo medico, a me sembrano errori veniali ( se in causa e veramente il Benfluorex), poiche’ non sono farmaci che possono aumentare le prestazioni agonistiche nello sport moderno, ed anzi le possono in teoria pregiucare, perche’ diminuiscono il riposo notturno e pregiudicano l’alimentazione corretta.
    L’atleta andrebbe redarguita, esattamente per il contrario rispetto a cio’ di cui e’ accusata.

  2. Marco io ho un mia idea che non è suffragata da nessun fatto.
    La ragazza probabilmente si è rivolta al medico sportivo chiedendogli prodotti per dimagrire, ovviamente il medico ha rifiutato primo perchè inutili per lei secondo perchè doping anche se inutile.
    La ragazza probabilmente aveva bisogno di un supporto psicologico perchè se è stressata dal dimagrire ha qualche problema.
    Secondo me si è rivolta o tramite passaparola di qualche amica o tramite qualche assurdo articolino da giornali da parrucchiere a qualche medico di quelli che vivono con la prescrizione di diete e farmaci da dieta.
    Questo solo per il dio denaro l’ha presa in cura.
    Se invece non è così la questione diventa di rilevanza penale perchè significa che si è rivolta direttamente ad un farmacista che le ha preparato il farmaco in preparazione galenica senza prescrizione o peggio ancora con ricette false.
    Sul fatto che il benfluorex sia assolutamente controproducente nell’attività dell’atleta mi trovi perfettamente d’accordo.
    Il problema è che la ragazza che NON è grassa aveva e ha bisogno di un supporto psicologico come per esempio c’è nel golf perchè è stata lasciata sola in una giungla che tu da medico conosci perfettamente.
    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.