Salta al contenuto

Del Mestiere del Giornalista

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Marcello Foa, nel suo intervento al WordCamp, si lamentava del fatto che troppo spesso il lavoro del giornalista è quello di riprendere le notizie d’agenzia e di abbellirle senza alzare il culo e verificare di persona.

ADNKronos scrive una minchiata, scusate il francesismo, e scambia Aruba, il provider internet con sede ad arezzo, con le antille e scrive che il sito oscurato ha sede alle antille.

Qualsiasi persona può, utilizzando whois.net scoprire anche il nome e cognome, indirizzo e telefono di casa di chi ha registrato il sito e vedere che lo stesso è su server italiani 🙂

Ora TgCom ha scritto la stessa stronzata (e riscusatemi il francesismo 🙂 ) partendo dal lancio d’agenzia e abbelelndo la notizia.

Il giornalista del corriere è stato più serio e sembra aver contattato l’autore del blog che scrive:

«Era solo uno scherzo, credevo ci fosse più senso dell’umorismo» ha detto il responsabile del sito su cui è stato pubblicata la falsa intercettazione tra Silvio Berlusconi e Fedele Confalonieri. L’autore, uno studente, ha chiesto di non rivelare la sua identità. «La reazione – ha sostenuto – mi è parsa eccessiva, molto eccessiva. Era uno scherzo, una satira diretta non tanto ai diretti protagonisti della vicenda, quanto al sistema informativo, ai meccanismi della stampa. L’ho anche esplicitato in apertura del post, che comunque ho tolto dal sito». «Non mi pare il caso – ha proseguito – di montare una polemica di questo tipo, basta. Speravo ci fosse più senso dell’umorismo. Tutto qua. Adesso vorrei solo lasciare scivolare nell’oblio la notizia». A proposito del sito «il server non ha retto», ha spiegato. «Spero di non venire oscurato».

Quindi come ho scritto nel primo post e come ha scritto anche pseudotecnico c’è stato il collasso del server, con tanto di email da parte di aruba, la cancellazione del sito e poi, purtroppo, l’oscuramento che forse si tramuterà in sequestro.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inIl Wolly pensiero

6 Comments

  1. ecco, infatti ti dicevo prima. Mi sembrava strano il collegamento server aruba = antille. Voglio dire, potrebbero anche informarsi meglio, non è che ci deve sempre pensare la blogosfera a correggere il tiro delle loro castronerie, loro dovrebbero essere anche pagati per questo. Bravo Wolly.
    Restando al post qui sotto invece, beh la satira è reato in Italia, sia che governi la destra che la sinistra. Quindi….

  2. @Paz83 sarà anche reato ma, si blocca il post (tra l’altro già cancellato) non un intero blog.

  3. Si, sono perfettamente d’accordo, il sarà reato è ironico e nemmeno tanto, ma condivido che si debba se necessario bloccare solo il post, qual’ora questo non venga direttamente rimosso dall’utente, e calzava bene la tua metafora del giornalista che scrive un articolo non gradito e vien bloccato tutto il giornale.

  4. quanto scommettiamo che ora tireranno da capo fuori quella cavolata di far registrare ogni blog come opera editoriale e che ogni blogger deve dare le generalità??

  5. Povera la stampa ufficiale se ha paura di quello che scrive un blogger

  6. divertente il tuo commento, cosa centra con il post?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.