Salta al contenuto

La sporca 30ina o meglio incontrate Al Gore

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Bellissima, finita la polemica su blogbabel (speriamo riapra in fretta,blogbabel non la polemica) ecco che Montemagno si inventa la sporca 30ina.

Subito a destra si leva uno squillo che dopo avermi fatto ridere mi porta ad un altro post1 fino ad arrivare al post originale .

Partiamo dai fatti:

Nella sporca dozzina morivano quasi tutti (grattatina voi della 30ina)

Montemagno ha poco tempo per raggranellare le 500 persone, 500 posti possono essere tanti o pochi, pochi se usi la tv per invitare la gente tanti se usi internet quindi un bel casino.

Urge una soluzione la soluzione è quella di scegliere tra i blog più autoreferenziali quello che hanno un seguito maggiore di feed (soluzione secondo me unica)

Montemagno (non è un fatto ma solo una mia opinione) ci sguazza e spera nella polemica così diventa virale e con sapienza (già sapendo che anche con la sporca 30ina i 500 sono lontani) mette a disposizione anche la registrazione via web ben conscio che sarà cmq difficile raggiungere i 500 con questi moderni ma inefficaci sistemi di comunicazione.

Il problema non è Montemagno, che in breve tempo è stato veramente bravo a sfruttare le debolezze dei Blogger e cioè il loro desiderio di apparire e di farsi vedere (mi auguro che la sporca 30ina sia almeno pagata per fare marchette per altri altrimenti siete messi male ragazzi miei) e soprattutto per un iniziativa assolutamente banale perchè non parleranno di Al Gore ma Al Gore risponderà ad alcune domande su Current Tv, le solite banali domande che sentiamo fare dai soliti blogger ogni volta che c’è un evento, coda luuuunga, web 2.0, media tradizionali , media innovativi etc etc mai che qualcuno domandi quanto guadagnano, oppure il colore delle mutande no sempre tutti allineati come soldatini per svolgere il proprio dovere, qual’è il dovere lo lascio volentieri a voi.

Stupendo l’invito via twitter a Catepol , un capolavoro di marketing virale (sempre mia opinione studiato a tavolino per farla incazzare e quindi viralizzare ancora di più il tutto) e grande Montemagno a stimolare le discussioni nei vari post.

Ora non lamentatevi se invitano sempre gli stessi la colpa è vostra, si vostra di voi che leggete i blog, di voi che linkate nella speranza di farvi rilinkare da qualcuno di quelli, di voi che vi abbonate ai feed si non lamentatevi siete voi i creatori di questi mostri quindi non lamentatevi se sono sempre li a fare domande noiose e banali e voi non ci siete, siete voi che li avete messi li.

Montemagno è grande personaggio di comunicazione (non lo conosco quindi non potete dirmi che lo scrivo per amicizia) che utilizza a dovere gli strumenti di marketing a sua disposizione e non c’è nulla di meglio di 30 blogger a costo zero o quasi.

Fino a che i blogger non impareranno a farsi pagare per le loro marchette la situazione rimarrà sempre uguale.

Tu che nel tuo feed reader hai tutti i feed della sporca 30ina non ti lamentare è colpa tua !!!

Concludendo se mi pagano il disturbo (aereo, taxi albergo pranzo e cena) posso andare a far numero alla marchettona se mi pagano molto bene posso anche fare una domanda (un bel fee oltre al resto) a gratis me ne sto volentieri a casa è sempre una marchetta anche se il personaggio è di alto livello.

Un plauso a Montemagno e un pollice verso per chi si lamenta.

Lo so l’ho già detto ma adoro i link adoro trovare un post con tanti link per rimbalzare a destra e a sinistra, quindi nei vostri post mettete tanti link se volete che vi legga con assiduità.

UPDATE : Leggete anche questo post di gigicogo

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

  1. adoro seguire i link []
Published inIl Wolly pensiero

39 Comments

  1. Io davvero non so se ridere o piangere. Però l’analisi che fai è oltremodo lucida. Tutti a parlare di Montemagno, della lista e dei Blog-VIPPESE.

    Io mi sono limitato ad un commento qua e là giusto perché mi è stato tirato dalle mani. 🙂

  2. @Napolux questo post l’ho scritto per diversi motivi, il primo e più importante perchè il post di Rik (poca cola) è spassoso, secondo perchè reputo che Montemagno sia un genio della comunicazione utilizzando come soldatini la sporca 30ina e ho sinceramente voluto dargli una mano facendo girare il suo post, mica è facile farsi promozione gratis attraverso gli altri bisogna essere bravi, una volta almeno nel privèè delle discoteche trovavi belle gnocche qui nel posto vip trovi nulla 🙂

  3. Grande Paolo,
    concordo su tutta la linea.
    Fra l’altro dei vip, frega un cazzo, di Al Gore nemmeno (mi è anche antipatico) ma proprio della sua tv non me ne frega nulla.
    Adoro le conversazioni dal basso, i momenti informali, il blog come momento di riflessione fuori dai riflettori.
    Li, invece, si andrà a fare marketta e a sostenere quei 4 o 5 blogger che con il mezzo-vlog tentano di entrare nello starsystem televisivo.
    Purtroppo abbiamo 4 o 5 cameramen che hanno imparato a usare la camera digitale e a fare montaggi con gli effetti speciali e pensano basti per fare web tv.

    Paolo, pensiamo agli editoriali, a far circolare le idee. Dietro ad Al Gore c’è un modello di business. Buon per loro. Ma che i blogger vadano a far marketta è la solita debolezza della blogopalla italiana.
    Ovviamente da queste considerazoni escludo i professionisti che vivono di questo. Loro fanno benissimo. E’ il loro mestiere.

    Amo i blogger quando fanno nascere qualcosa da DENTRO la blogosfera e la spingono verso FUORI sul mainstream.
    Invece, purtroppo, per il 99% prendono le fonti dal mainstream, le ricompongono in forma blog e le fanno girare.
    Che miseria culturale.

  4. Essì, che Montemagno sia un genio ci sta: quelle 2 volte che l’ho visto parlare dal vivo e che ho guardato reporter diffuso mi è piaciuto davvero.

    Lo stimo come imprenditore del web (vedi come blogosfere) e per quel poco che so anche come persona. Il fatto che sfrutti i blogger per cose sue meno. Ma per questo hai già scritto tu: gli scemi siamo noi che ci caschiamo ogni santa volta 🙂

  5. @gigicogo la tua analisi è perfetta il problema siamo noi blogger 🙂

    @napolux non sfrutta nessuno utilizza dando in cambio qualche secondo in TV e non è poco per molte persone, è un do ut des a suo vantaggio 🙂

  6. Mah. Io so solo che in questi giorni sarà meglio tener chiuso il feedreader, va. |-)

    Vado a piangere per non essere stato invitato. :p

  7. Guarda che montemagno ha spiegato che l’invito non serve basta registrarsi 🙂

  8. Eh no.
    Ok esserci, però la distinzione tra blogger di Serie A e Serie B è evidente. 😉
    Comunque a questo punto non importa, il suo scopo Monty l’ha raggiunto 😉

  9. No, ma volete mettere quanto gusto in più c’è nel fare gli imbucati? :p

  10. Paolè ti quoto moltissimo, nella sezione dell’aver fatto crescere dei mostri involontariamente….forse è proprio colpa nostra. Lui (il Montemagno) è un gran paraculo e la marketta è semplice.
    Ma quando la smetteremo di esser così provincialotti?

    🙂

  11. sottoscrivo questo post.
    L’invito a me fatto via Twitter mi ha fatto solo sorridere. Gli ho risposto che non si invita così una signora
    Ma soprattutto non ho nè spammato nè nulla…perchè il post di axell l’ho letto qualcheminuto dopo. Non sapevo nulla dell’evento di AlGore nè ho ricevuto inviti reali.
    Ora se sperava nei miei N contatti Twitter è cascato male ma malissimo. Perchè uno non mi frega più di tanto di questo evento, due anche volendo non ci andrei, tre i contatti se li trovasse da solo, quattro che benefici me ne vengono a spammare per lui…

    Insomma virale si ma fino alla curva. Poi almeno mi avesse messo in quell’elenco di VIP!! Almeno ilmio ego sarebbe stato contento. Invece sperava nel mio “viral spamming” ripeto in cambio di che???

    Ecco proprio come dici tu:
    … se mi pagano il disturbo (aereo, taxi albergo pranzo e cena) posso andare a far numero alla marchettona se mi pagano molto bene posso anche fare una domanda (un bel fee oltre al resto) a gratis me ne sto volentieri a casa è sempre una marchetta anche se il personaggio è di alto livello.

    Altrimenti continuate a fare i vostri bei listoni di blogger naftalinati (non me ne vogliano chi è inserito nei listoni non è personale la cosa,non ho nulla contro di voi,ogni tanto sono una di voi)…ma lasciatemi in pace.

  12. Non per rubare commentatori a @wolly :-), ma ne ho fatto un piccolo post anch’io mettendo in luce anche quelle che sono le contraddizioni di Al Gore e delle dinamiche del vlog.

    Parere di Wolly, quasi un obbligo, degli altri un piacere 🙂

    Baci……alle signore, ovviamente 🙂

  13. Sono troppo tecnolesa per capire pienamente la polemica e troppo frivola per seguire via feed la sporca 30ina.
    Però, al di là del essere IN o OUT, il vero problema ce l’ha chi decide di andare a sentire le risposte alle solite domande 2.0 al sig. Gore.

    Certo, se fossi ben pagata, io andrei a fare la stagista di Gore 🙂

  14. Mah, se dico una sciocchezza correggimi, caro Wolly, ma Montemagno non sta dietro a Grillo e Di Pietro?
    O questa cosa l’ho sentita dire solo io?
    No, perchè la tua riflessione è di una lucidità quasi imbarazzante, e credo che non ci si sarebbe potuto aspettare altro.
    E alla fine, facciamo pure come ci pare, ma il suo obiettivo egli lui costui il Montemagno, l’ha raggiunto! 😉

  15. @Clock onestamente non lo so se Montemagno stia dietro a Grillo e a DI Pietro.

  16. Infatti, Wolly, ho detto una cazzata: era (è) Casaleggio.
    Sorry.
    Però, sul resto, confermo.

  17. Intanto, caro Wolly, anche tu gli stai facendo pubblicità, con tanto di link!
    😉

  18. @Boh ho specificato che mi sono prestato volentieri ad aiutarlo visto che mi è piaciuto il suo sistema di marketing 🙂 e inoltra come vedi non ho messo nessun link alla sporca 30ina.

    baci e ci vediamo venerdi

  19. Come? Wolly e Boh vi vedete venerdì? E a ME non avete detto NIENTE? Eh? Ma non vi vergognate? Soliti inciuci blogstarreschi néh?!?! (s’allontana al galòp piangendo disperata) ;-DD

    (baci ad ambo!)

  20. Mitì se vuoi essere dei nostri sei la benvenuta questo il link. 🙂

  21. Nì, scherzavo eh? 🙂
    Ti ringrazio per l’invito, ma non potrei in ogni caso; nel mio lavoro – e nella mia famiglia- non ci sono feste: si galoppa sempre.
    Salutami tutti!

  22. Ciao Wolly e grazie per aver apprezzato il mio goliardico post.

    Finchè ci divertiamo un po’ tutti a disquisire su queste quisquilie è segno di buona salute (fisica) di tutti noi e quindi è cosa positiva..

    L’allenamento al contraddittorio tiene sveglia la mente, e questa è un’altra ottima cosa.

    Montemagno a me piace perchè conosce bene il proprio lavoro e sa fare comunicazione a un ottimo livello. Ha strumentalizzato qualcuno ? Boh.. Io non direi, credo che abbia organizzato l’evento nell’unico modo possibile cercando di dargli la migliore visibilità.

    A me ha fatto un po’ sorridere l’articolo di Axell che diceva in sostanza : Non mi hanno chiamato, allora la blogosfera non esiste !

    Detto ciò nutro per lui grande simpatia e trovo che sia bravissimo in quello che fa. Ma se non ci si piglia un po’ per i fondelli tra amici..

  23. Paolino Paolino

    Che ridere! Ma che provino ad organizzarlo Axell e c. un evento con Al Gore, che a quanto vedo fa schifo a tutti. Si, si..

  24. @Paolino attenzione NON è un evento con Al Gore, è un evento organizzato da SKY (una delle società di comunicazione più grandi al mondo) per presentare un nuovo canale tematico che si si chiama Current Tv e che è di proprietà di Al Gore.
    Al Gore è li presente a rispondere SOLO a domande su Current TV non per rispondere sugli impegni di Al Gore.
    E una presentazione di un attività commerciale quindi è ovvio che ai più non interessi.
    Poi ci racconti come è stata se ci vai ?

    ciao

  25. […] Apologia dei piccoli numeri 24 04 2008 A partire dal tumblog di Catepol, sono risalita all’ultima querelle che sta agitando la blogosfera italiana (ammesso che esista), qui magnificamente re-interpretata da Poca cola (anche se ne avevo già sentito parlare altrove). […]

  26. Dunque vediamo se ho capito i margini della questione. Discutiamo di 30 blogger noti che dovranno diventare 500 fissi comprensivi “noob”. I blogger caldeggiati già scrivono un post o sicuramente lo faranno dissezionando l’evento per tutti gli altri. Quindi entreranno dalla porta principale nel meccanismo della pubblicità per un canale televisivo di una società che già dalla sua con i callcenter disturba in continuazione le utenze di tantissimi italiani (forse ritenendo insufficiente la pubblicità continua sui giornali e le tv?). E discutiamo anche di blogger lamentano una esclusione dal privilegio di venire scritturati per entrare nel meccanismo della pubblicità gratis. Il riassunto è aderente alla questione?
    A me sfuggono parecchie cose di quello che è il concetto di autorità in rete… sarà forse che l’ “authority” è un’opinione?
    .:.

    L’ultimo post sul blog di hermansji hai perso quello che vorresti dire

  27. @hermansji la tua sintesi è perfetta 🙂 ho aggiunto altra carne al fuoco della discussione nel post “Conversazioni dal basso è il futuro o solo un flop?”

  28. Sono stato invitato (come seconda linea) anche io al D Day con Al Gore al Teatro Ambra Jovinelli, l’8maggio a Roma. Non sapevo dell’evento e la cosa mi ha fatto un enorme piacere.Ho scoperto solo dopo del puntuale putiferio esploso tra i giacobini e i realisti della rete. Siamo alle solite e come al solito non capisco.Premesso che andrò all’incontro per le seguenti ragioni:

    ….continua

    ciao ciao

  29. Al Gore e Current TV…

    Sono stato invitato (come seconda linea) anche io al D Day con Al Gore al Teatro Ambra Jovinelli, l’8maggio a Roma. Non sapevo dell’evento e la cosa mi ha fatto un enorme piacere.Ho scoperto solo dopo del puntuale putiferio esploso tra i gi…

  30. @Fabio molto interessante cosa domanderai e cosa sai di Current TV ?
    ciao

  31. Di current Tv so quello che è disponibile in rete, non ho insight ma tanto mi basta.
    All’indomani della sconfitta elettorale, Gore insieme ad un imprenditore suo amico decidono di comprare una televisione via cavo per sperimentare un cambio epocale nella produzione televisiva. Produrre il 30 % del palinsesto con prodotti dei “telespettatori” superando di fatto il modello del broadcasting. Di fatto hanno creato una media company abbastanza innovativa ed indipendente incorporando nel concetto di indipendenza un nuovo fattore estendola anche al lato produzione oltre che proprietario.
    Attualemnte Current TV raggiunge 30 milioni di famiglie americane (è presente anche in inghilterra ed in irlanda e si sta espendendo rapidamente. .
    Il successo di Current TV non è solo di mercato e commerciale ma dimostra come l’apertura ed il crowdsourcing (l’intelligenza collettiva) siano in grado di produrre contenuti di qualità in grado di imporsi sul mercato.
    Un modello alla current TV è comunque un esempio di pluralismo sia dal lato dell’offerta che da quello della domanda visto che un utente può rivestire entrambe i ruoli.
    Questa cosa sta piovendo in Italia e tutto quello che c’è da dire sono quattro lamentele per questo o quaell’altro blogger invitato? Mi sembra ci sia qualcosa di più in Ballo.
    current TV nasce per coprire il target 18 34 anni, proprio quel target che sta abbandonando la televisone tradizionale e che tutto sommato farebbe bene ad abbandonarla. Current TV realizza in pratica quello che dovrebbe essere obbligatorio in tutte le scuole oggi. Crea un mercato ed uno spazion dove sperimentare e di apprendere un linguaggio complesso ma necessario come quello della televisione.
    un modello come Current Tv, non dico current potrebbe diventare una specie di wikipedia video o giù di li. Comunque è abbastanza innovativo e democratizzante.
    Non sarà You Tube, la proprietà dei contenuti prodotti da Current è di current ma sta funzionando come modello intermetdio, un modello di successo

    Cosa chiederò a Gore?. Bhe, posto che ne abbia la possibilità ci sto pensando. Cosiì di primo acchito

    1) Innanzitutto perchè ha deciso di portare current tv in Italia. Quali sono stati i fattori decisivi
    2) Come crede che il grassoroot journalismo potrà avere un impatto sui maistream media e sull’industria culturale in genere
    3) Come giudica la situazione italiana visto che ora è un player a tutti gli effetti. Il mercato è aperto ? ci sono secondo lui problemi di concorrenza e conflitto di interessi?
    4) Se current offre tutela legale per i contenuti prodotti visto che ne mantiene la proprietà. Questo è un punto cruciale per la libertà di espressione

    Al resto delle domande ci sto lavorando

    4)

  32. @Fabio ti suggerisco di leggere qualcosa d’altro oltre al depliant promozionale oppure aspetta l’8 maggio quando uscirà il mio post ad hoc.
    Per le domande, decisamente banale e scontate, studiati qualcosa di meglio altrimenti per quale motivo Al Gore dovrebbe venire a rispondere ?
    Credo che di leccapiedi lui ne abbia già abbastanza,
    ciao

  33. Se hai delle domande meno banali, puoi andare tu, al posto mio. chi scrive non pretende di essere depositari di alcuna scienza al di fuori della propria opinione, per il resto tutta la polemica sta scivolando su toni che dal ridicolo arrivano alla pena. tutto qui. mi spiace che gore non possa avere un contraddittorio con un così apprezzato e titolato uditorio come forse avrebbe meritato. Ma si sa, a volte la vita è ingiusta e purtroppo il dominio delle multinazionali arriva ormai ovunque. Siamo tutti schiavi degli Stati Uniti, abbiamo addirittura messo in piedi un falso attentato islamico alle Torri gemelle e probabilmente siamo responsabili del Riscaldamento Globale, circolando a bordo dei nostri SUV acquistati facendo markette con i nostri blog. si sa noi prezzolati ci si sa fare con le parole e questo paga.
    Bello comunque l’ultimo post con la chiamata alle armi, profonda la critica e definitiva l’analisi. Andrò in cerca altre perle del genere negli archivi del blog.
    Asta la victoria. Siempre!

  34. @Fabio bellissimo il tuo commento, dare dell’antiamericano e filo cubano a me è una cosa che farà ridere molte persone oltre a me naturalmente. Di inviti ne ho già ricevuti per Al Gore, tranquillo, non devi lasciarmi il tuo posto tu vai pure avanti che a me viene da ridere.
    Dai tuoi commenti si denota oltre all’ignoranza (non sapere quello di cui si scrive) e alla maleducazione un livore tipico di chi non ha argomenti.
    A questo punto aspetta l’8 maggio e magari avrai la possibiltià di essere informato meglio.
    P.S.: se non capisci il mio ultimo post ti posso fare dei disegnini.

  35. Incredibile, sono perfettamente d’accordo con te..

    Aggiungo solo una piccola annotazione, una paura o una cosa che se vuoi, dovrebbe far pensare anche molti degli invitati di lucidità.

    Se come sottolinei tu, altri e anche un po’ io, questi approcci elitari fanno tutt’altro che bene alla blogsfera e al marketing che da essa scaturisce, è anche vero che fai male oggi, fai male domani, si rischia di far arrabbiare gli investitori che a quel punto invece che pagare fior di quattrini una campagna di pr online, torneranno a comprare il mega bannerone se non addirittura lo spot radio televisivo.

    La cosa che mi fa più arrabbiare non è tanto il non essere invitato (perché fortunatamente basta chiedere e sarà dato), quanto la recidiva insistenza con cui si commettono errori..come se si muovessero in un ambiente privo di ostilità e di ingenui.

    Detto questo, ci si vede sabato..
    Ciao ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.