Salta al contenuto

Expo 2015 a Milano – e Prodi che ci fa ?

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Inutile aggiungere altro sull’expo 2015 perchè steve ha scritto molto bene.

Quello che non capisco è Prodi ,capo di una banda che ha messo in ginocchio il nord, che ci ha trattato come farabutti che ci ha vessato che ha chiuso Malpensa, e che ora sembra il nostro più grande sponsor !!! (per chi non ci crede, chiedere a Veltroni grazie)

Troppo comodo spremerci, non crearci le infrastrutture (TAV,BreBeMi,pedemontana ecc) e poi mettersi li in bella mostra quando ci portiamo a casa dei bei risultati che tra le altre cose arrcicchiranno tutta l’italia.

Meno male che qui da noi di voti quella banda ne prende pochi.

UPDATE : Altra lettura suggerita

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inIl Wolly pensiero

19 Comments

  1. @Luca e lo so bene che ci pensate voi a fermare l’italia 🙂

  2. quando si sta per cadere nel burrone, fermarsi è un’ottima soluzione.

  3. marca marca

    nonostante pensi piuttosto male del governo prodi, in questo caso non posso non rimarcare che è stato fatto un grandissimo lavoro di squadra… governo / regone / comune / provincia e soggetti privati.
    grande progetto, tantissima diplomazia, collaborazione totale governo/istituzioni e i risultati quando si rema nella stessa direzione si vedono eccome e grande la Moratti che ci ha creduto ed è riuscita a mettere insieme il tutto.
    su alitalia/malpensa mi rendo conto che è facile sparare su prodi ma ti consiglio di informarti.. gli errori sono tantissimi e di tutti i colori politici ma non ho dubbi che appena malpensa ptrà dare ad altre compagnie gli slot liberati da alitalia comincerà a crescere come nemmono immaginavamo.. il mercato insegna

  4. @marca la storia di malpensa la conosco molto bene, prodi è quello che la sta svendendo ad air france e òa responsabilità di questa scelta è solo sua.
    Se vogliamo aprire invece il capitolo del perchè alitalia sia così conciata è un’altra questione.

  5. marca marca

    concordo sul fatto che le condizioni di af siano pessime ma, al momento esiste af o fallimento… da liberale io preferisco fallimento (anzi.. avrebbero dovuto farla fallire parecchi anni fa) ma mi rendo conto che in termini di impatto principalmente su malpensa sarebbe disastroso… pur essendo di orientamento cdx mi risultano fastidiose sia le annunciate cordate italiane sia le colpe scaricate in toto su prodi che a conti fatti (anche se male) è l’unico che ha tentato di venderla

  6. @marca anch’io sarei per il fallimento di alitalia per lasciare il posto ad altre compagnie più dinamiche e meno legate ai posti di lavoro regalati dalla politica.
    Onestamente buttare via alitalia, bloccare i suoi slot a malpensa per 7/8 anni, strana coincidenza con il fatto che l’expo sarà nel 2015 ?!?, significa privare il nord italia e cioè il motore della ricchezza dell’italia di un infrastruttura fondamentale per lo sviluppo regalando di fatto i passeggeri a parigi.
    Certo per volare negli states prenderò un aereo per parigi o per londra non certo per roma.
    Quindi oltre a creare disoccupati, oltre che a rendere difficile la vita agli imprenditori del nord esporti ricchezza all’estero, ecco mi pare demenziale oltre che delinquente.

  7. marca marca

    quoto in toto, il vero scandalo è il blocco degli slot (questo è il vero motivo per cui non bisogna vendere ad af) che potrebbero essere dati ad altre compagnie (c’è la fila) e far crescere finalmente malpensa … però ho la memoria lunga e ricordo bene anche le nefandezze dei vari maroni / formigoni / berlusconi.. se permetti leggermi adesso le loro dichiarazioni contro prodi quando hanno contribuito non poco all’affossamento della compagnia mi fa vomitare…
    ho paura che di liberali veri in italia ne siano rimasti pochi

  8. Vorrei far notare che la scenetta di Berlusconi che si auto-nomina fautore della nomina davanti alla stampa è quantomeno inopportuna. Non perchè io pensi che SB non abbia contribuito per nulla al raggiungimento di questo obiettivo, ma perchè ritengo ridicolo che qualcuno, anche dovesse esserne il solo fautore, si affretti ad incoronarsi in questa maniera in piena campagna elettorale.
    Naturalmente non ho informazioni per giudicare, da ignorante sulla vicenda, ma questo modo di fare arrogante è quantomeno fastidioso e, a mio avviso, controproducente.
    Inoltre ritengo improbabile che tutti i meriti di questo expo siano da imputarsi a Berlusconi. Anche alla luce di questo mettersi in mostra in questa maniera, soprattutto per il modo in cui l’ha fatto, è sintomo di quella attitudine al mediatico purtroppo spesso carente di attenzione al concreto. Almeno così pare.
    Vorrei che si parlasse di contenuti piuttosto che di meriti e colpe… (intanto la spagna raggiunge il 40% di consumo energetico prodotto da eolico!!!! Berlino avrà a settimane un parlamento completamente funzionante grazie a fotovoltaico; oltre che essere avere aziende globali, come Q-Cells, leader al mondo nel settore energetico … e noi forniamo ingegneri ed esperti ad aziende estere, perdendo un treno dopo l’altro. Continuiamo pure a discutere di tasse, alitalia ed expo cmq… avremo quello che meritiamo!

  9. @Matteo ho parlato e ne parlerò ancora di energia sul mio blog 🙂
    Non per polemica ma per informarmi, dato che mi sembra un dato strano, dove posso leggere che la spagna ottiene il 40% dall’energia eolica ?
    Sarebbe molto interessante visto che sono decenni che i verdi bloccano l’energia eolica in italia e visto che in italia di vento ne abbiamo a bizzeffe.
    Tu pensa che da quando ho 10 anni (ora ne ho 41) che vedo la centrale eolica di porto torres 🙂
    Veramente te lo chiedo senza polemica.

    P.S.: Il berlusca credo abbia pochi meriti nella questione Expo ma non mi pare che se ne sia presi ho letto solo che dice che il merito non è di prodi e fa i complimenti al sindaco moratti.

    ciao

  10. […] un articolo del pragmatico Wolly  che, come sempre più spesso accade, mi toglie le parole di bocca e sembra quasi leggermi nel […]

  11. In tutto questo, non entrando nelle questioni politiche e complimentandomi per il risultato della città (lasciamo fuori quelli come prodi berlusconi ecc ecc che l’Italia non sono solo loro ma anche noi) mi chiedevo una cosa, ossia, secondo te Milano sarà in grado di risolvere alcuni problemi di cantieristica, viabilità, trasporto pubblico e sopratutto inquinamento in vista dell’expo del 2015 che, secondo i dati che ho sentito, porterà svariate migliaia di persone alla settimana? Non voglio polemizzare, solo capire se è realmente possibile una cosa del genere, visto che il tempo non è poi così tanto.

  12. @paz io ho dei seri dubbi, per fare la BreBeMi si parla di 7 anni, per fare una metropolitana ci mettiamo il doppio del tempo degli altri.
    Se il nuovo governo legifererà riducendo lacci e lacciuoli per l’Expo forse si potrà riuscire ma, non dimentichiamoci che qui siamo in Italia non in Spagna, purtroppo.
    E’una grande occasione per rifare Milano ma, con i tempi ristretti e le regole attuali per creare infrastrutture complicate la vedo durissima.

  13. Berlusconi l’ho sentito al tg1 e diceva di aver interceduto presso capi di governo stranieri che senza il suo intervento avrebbero votato Smirne, dicendo che era merito suo il fatto che avessero cambiato idea spostando l’ago della bilancia su Milano.
    Ora, non metto in dubbio che possa aver promosso attività di lobby di questo genere, ma da li a dire che la nomina è avvenuta per questo… per carità tutto è possibile ma sarebbe un modo piuttosto triste di vincere. Voglio dire, dovrebbe emergere la preparazione e la competenza e non le conoscenze… ma vabbè. Poi si sa, i telegiornali tagliuzzano quello che gli pare, da una parte e dall’altra. Certo non è stata una dichiarazione felice, almeno a mio avviso.

    Per quanto riguarda la fonte della notizia sull’eolico è il sito http://www.treehugger.com.
    Concordo con il fatto che i verdi in Italia dovrebbero essere più realisti ed incisivi… soprattutto ho l’impressione che le loro prese di posizione ideologiche siano più controproducenti che altro. A volte mi chiedo che interessi rappresentino davvero.

    Ti passo il link diretto alla notizia cosi ti risparmio un po’ di ricerche… asp che la vado a scovare tra i miei innumerevoli feed… mmm …. ecco http://www.treehugger.com/files/2008/03/spain-wind-power-record-41-percent.php

    Tra l’altro ti consiglio di dare un occhiata alle guide presenti sul sito perchè, nonostante nel blog si scriva di tutto e di più (a volte un po’ snervante ma d’altronde ci scrivono cani e porci), le loro guide su come essere più “green” rappresentano bene quell’ambientalismo propositivo piuttosto che ostruzionistico che io ammiro, a dispetto invece di quello rappresentato da certi disperati intenti in azioni quantomeno deprecabili se non stupide.

    Insomma parecchi consigli utili per risparmiare qualche costo quà e là… poi io prendo quello che mi pare e lascio le cose che mi sembrano esagerate 😀

    Per quanto riguarda i tedeschi la fonte è questa http://www.german-renewable-energy.com/

    ciao

    PS ti farà piacere sapere che è quasi certa la mia partecipazione al barcamp di milano… ci sto lavorando, ci sto lavorando… se ti serve qualche aiuto sul piano organizzativo fammi sapere, se posso dare una mano lo faccio volentieri.

  14. Io son passato daMilano in questi giorni, tra giovedì e sabato ed effetivamente tra un cantiere qui e un ingorgo la non è che fosse impresa facile muoversi, è vero che come ogni grande città ha i suo problemi elevati alla potenza. Io me lo auguro, anche perchè come tu scrivevi nel post, una tale occasione se giocata bene può portare molto a MILANO ma anche all’Italia tutta, e qui per far le cose bene (entro nel politichese) ci vuole la collaborazione di tutte le forze politiche attive a livello nazionale ma ancora di più a livello regionale, in altri paesi una prospettiva del genere non suscita mai drammi eclatanti, ci si siede al tavolo e si cerca di operare nel migliore dei modi, ma come dici tu…qui siamo in Italia, è tutta un’altra storia!

  15. @Matteo grazie mille link molto interessante, leggendo vedo che il 40% è stato un caso dovuto a basse richieste ma non è importante perchè il 20% a richiesta completa è già un dato enorme che in italia ridurrebbe drasticamente le importazioni dalla francia, veramente molto interessante.
    L’aiuto per il wordcamp è sempre bene accetto 🙂

    @paz è proprio come dici tu, purtroppo.

  16. Ognuno ha le sue idee. Certo, non sarà merito di Prodi ma almeno non ha impedito che Milano si candidasse. Siamo andati là uniti e per noi italiani non è poi così facile 8Mondiali di calcio 2006 a parte).

    Poi è ovvio che Berlusconi voglia sempre dire la sua, lui ne sa sempre più di tutti..|-)

  17. si, è un dato molto altro.. poi è sempre una percentuale. Bisognerebbe esprimersi in MWp o similari. Certo 40% fa più notizia. E’ comunque vergognoso che qui si continui a ritenere inarrivabile il 2%.
    Cmq la mia mail ce l’hai (sennò sta sul blog). Se hai qualche lavoretto da sbrigare mandami un messaggio. Infatti al momento sono in attesa di cominciare a lavorare quindi ho molto tempo libero… almeno fino a metà mese.
    (salvo dall’8 al 12 che sono a Valencia per qualche giorno di meritato riposo 🙂 non vedo l’ora di vedere la città dell’arte, deve essere uno spettacolo)

  18. Neanche a farlo apposta sul sito di Terna anno pubblicato i dati provvisori di produzione dell’energia elettrica italiana nel 2007. Ottimo perchè cade a fagiUolo per vedere quanto produciamo noi di eolico… mumble mumble… dopo breve ricerca il dato è 4144 GWh superati nel 2007, ben 1173 GWh (39,5%) in più del 2006. Tutto sommato niente male…
    Certo gli spagnoli vanno a picchi di 9,862 MWh (9 volte tanto) però tutto sommato è bello vedere che oltre alla facciata fatta di concerti e divi da copertina ci sono persone che lavorano per cambiare concretamente le cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: