Salta al contenuto

Che tristezza la Violenza e l’Intolleranza

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Apprendo ora da Andrea Tornielli, Vaticanista del Giornale che il Papa molto probabilmente rinuncerà alla visita alla (in)Sapienza di Roma.

La decisione è motivata dall’impossibilità di garantire l’ordine pubblico.

I “sinistri” professori (purtroppo i cattivi maestri continuano a tornare) e i “sinistri” studenti hanno vinto, sono riusciti ad impedire con la forza e con la violenza un classico esercizio democratico e cioè la libertà di parola (art 21) e di religione (art 19) sancite dalla Costituzione Italiana (quella che ormai stà diventando sempre più carta straccia).

E’ triste vedere gioire così tanta gente quando i diritti fondamentali della Costituzione vengono distrutti e abbandonati ed è ancora più triste vedere come la violenza riesca a vincere ancora grazie ai cattivi maestri (e la Democrazia se ne va tra gli applausi).

I farabutti di destra sono circoscritti e quasi debellati, quando la stessa cosa succederà con i farabutti di sinistra ?

Quando questi professori verranno buttati fuori e denunciati per attentato alla Costituzione?

Non me la prendo con gli studenti perchè anche loro sono vittime inconsapevoli come lo furono quei giovani che imbracciarono le armi negli anni 70/80 obnubilati dagli insegnamenti dei cattivi maestri di allora (BR,AO,NAR e compagnia bella)

Vorrei leggere commenti indignati da Fabio Mussi, Romano Prodi e Walter Veltroni contro questo attentato alla Costituzione e spero veramente di leggerli1 e spero anche di leggere che il Papa ha cambiato idea.

UPDATE: Sottoscrivo in pieno questo splendido editoriale di Ernesto Galli della Loggia

I have a newsletter about WordPress, books and myself

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

  1. ripetizioni volute []
Published inIl Wolly pensiero

9 Comments

  1. Stiamo ridicolizzando questo paese nella sua totalità !:(

  2. Però, e faccio l’avvocato del diavolo, sarà ancora permesso dissentire? La protesta non viene da Lettere, notoriamente schierata, ma da Fisica.

  3. dissentire sempre, vietare mai, sempre e solo IMVHO 🙂

    ciao xab

  4. Emmy Emmy

    La religione è la negazione della scienza da Galileo fino al Creazionismo in contrapposizione con il Darwinismo. Dovremmo ancora credere che il sole gira intorno alla terra? Che il DNA non esiste? Cosa c’entra un religioso con la scienza, quali sono le sue competenze? Vediamo il problema delle staminali che potrebbero salvare la vita a milioni di persone, perchè opporsi alla crescita della conoscenza e alla libertà di fare ricerca? Per mantenere il popolo nell’ignoranza, così continua a credere alla favoletta di Adamo ed Eva, che è molto rassicurante peraltro (per i maschi)?

  5. sua supponenza sua supponenza

    La visita si Sua Santita alla Sapienza avrà un senso quando Margherita Hack potrà tenere un discorso sull’ateismo alla Cattolica. La libertà di parola monodirezionale è una forma occulta di autoritarismo. fa specie poi che abbia rinunciato per “l’effetto che avrebbe potuto avrere una contestazione verso il Santo padre, ripresa dalle telecamere e che avrebbe fatto rapidamente il giro del mondo”. l’incapacità di accettare il confronto è evidente.

    Direi che c’e’ una sostanziale differenza tra consentire che il papa dica quello che vuole e fornirgli un pulpito e un microfono dal quale dirlo.
    Il papa ovviamente puo’ e deve dire cio’ che ritiene, ma non vedo dove sia lo scandalo se qualcuno a casa sua non voglia farlo parlare. Soprattutto se in quella casa si insegna quel metodo sperimentale codificato per la prima volta da Galileo…

    Il papa parli dalle sedi che gli sono proprie o laddove e’ il benvenuto. Di occasioni per parlare ne ha fin troppe, in questo paese. Sostenere che sia stato “censurato” è, francamente, ridicolo.

    se la religione si impiccia di cose terrene, allora gli uomini terreni hanno il diritto di impicciarsi di cose religiose.

    ah la costituzione garantisce anche la libertà confessionale e la tutela delle minoranze, diritti fondamentali minati dalle intromissioni continue di questo vaticano nella vita politica italiana. (es: laicità dello stato, coppie di fatto, omosessuali). non è che la costituzione si può tirare in ballo solo se ci fa comodo…

  6. @Sua Supponenza quindi il fine giustifica i mezzi e la violenza è cosa giusta se fa comodo a te.
    Vorrà dire che farò lo stesso anch’io quando ci sarà qualcuno che mi da fastidio.

  7. Non sono d’accordo sull’affermazione che Ratzinger ha rinunciato alla visita per motivi di ordine pubblico quanto piuttosto per motivi di immagine.
    Che poi tutta la questione sia degenerata, è un dato di fatto.
    Il problema è che l’ingerenza del Vaticano nella politica dello Stato Italiano è, per una parte dei cittadini (non mi azzardo a fare stime), ormai divenuta insopportabile.
    La colpa è, in primo luogo, di una classe politica che utilizza strumentalmente le “questioni religiose” quando e come le conviene, per abbandonarle o manipolarle a proprio piacimento, subito dopo.
    Ciò che è successo alla Sapienza è cosa grave soprattutto per ciò che rappresenta.
    Ci urliamo addosso senza essere più capaci di ascoltarci. La ragione, la Verità è unica e indiscussa: sta dalla propria parte (qualunque essa sia).
    Quando il Vaticano, per bocca del cardinale Bertone, ha attaccato Repubblica sulle inchieste sui costi dell’ora di religione et varie, che cosa ha fatto? Che grado di rispetto per la libertà di parola ha dimostrato?
    Ribadisco: io non giustifico diktat di nessun tipo, in merito a questa libertà fondamentale. Ma questo deve valere per tutti.
    Scusa per il commento un po’ lungo 🙂 Avevo deciso di non esprimermi più di quello che ho fatto implicitamente nel mio post sull’argomento ma sono molto amareggiata: come persona di cultura (per quello che può valere) e di fede. Ciao

  8. andrea andrea

    Un fatto: il 24/9/2007, all’estremo opposto ed in nome la libertà di parola e della ricchezza della diversità d’opinione, alla Columbia University New York hanno dato spazio a Ahmadinejad, Presidente dell’Iran.
    Un simile paragone è irriverente, ma necessario per rendersi conto della maturità culturale dell’Italia!

  9. sua supponenza sua supponenza

    Ahmadinejad ha presenziato ad un dibattitto, non ha tenuto una lectio magistralis senza possibilità di confronto. e non era l’inaugurazione dell’anno accademico.

    @wolly: la violenza io l’ho vista solo oggi nel non permettere di accedere e manifestare all’interno del cortile della sapienza, di quale violenza parli? di quella verbale che costantemente da un po di anni parte dei cittadini italiani a questa parte si subisce da parte di uno stato terzo? (ruini, il papa, bagnasco, bertone)

    di quella che costringe coppie che vogliono figli, se possono permetterselo, ad andare all’estero? non è violenza quella?

    di quella che impedisce l’estensione di diritti civili alle minoranze di questo paese? diritti che, bada bene, dovrebbero essere assicurati proprio in virtù di quella Costituzione (Art 2 e 3 mi pare) che tu vedi attentata da un legittimo dissenso. non è attentato alla costituzione quello?

    la misura è colma, per molti. che ci si nasconda dietro la libertà di espressione purché non sia esercitata per esprimere un’opinione contraria al Verbo di rappresentati di uno stato terzo rispetto allo Stato Italiano, francamente lo trovo quantomeno ridicolo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.