Salta al contenuto

I Savoia chiedono all’Italia 260 milioni “E’ il risarcimento per 54 anni di esilio” – cronaca – Repubblica.it

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

I Savoia chiedono all’Italia 260 milioni “E’ il risarcimento per 54 anni di esilio” – cronaca – Repubblica.it

Già mi viene da vomitare ogni volta che me li fanno vedere figuriamoci ora.

Mi auguro che il Governo Italiano questa volta tiri fuori le palle e gliele faccia pagare tutte con gli interessi.

Rimandiamoli a casa loro (che non è la Repubblica Italiana)

Viva l’Italia Viva la Repubblica 

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inIl Wolly pensiero

15 Comments

  1. I Savoia devono:

    1)Risarcire il popolo Italiano per le cazzate del passato.
    2)Riconoscere la Repubblica Italiana.
    3)Andarsene dall’Italia, come persone non desiderate.
    4) Prenderlo ne culo …

    Poi possono chiedere il loro risarcimento !

  2. il punto 4 potrebbe piacer loro 🙂

  3. Scusa la mia volgarità … ma quando ci vuole ci vuole :p

  4. Fabio Fabio

    Siete solo degli ignoranti.

    Solo così vi si può definire.

    I classici contadini ignoranti che pontificano davanti a un bicchiere di vino in osteria dando aria alla bocca.

  5. Fabio te lo dico da contadino, fatti trovare in giro e la tua testa di cazzo finisce nella prima ghigliottina che trovo

  6. Caro Fabio, sempre da contadino ti dico che è inutile nascondersi dietro un nome falso e un indirizzo email falso come un codardo qualsiasi quando poi si utilizza un IP di proprietà di uno studio legale il cui titolare tra gli altri si è candidato al Senato con Pannella e Bonino (senza essere eletto).

  7. ROBY ROBY

    Viva la monarchia, VIVA UMBERTO II, CHE AVREBBE POTUTO ESSERE UN GRANDE RE D’ITALIA!!!

  8. @ROBY rispetto la tua posizione ma, ti suggerisco di leggere i libri che parlano del Comandante Borghese della XMAS soprattutto quando parla di come si sia sentito solo ed abbandonato dal Re e dalla famiglia Reale ( Il comandante della Marina era un Savoia se non sbaglio un Aosta) e di come i Savoia siano scappati come topi lasciando alla mercè dei Nazisti l’Italia del nord.
    Il Comandante Borghese NON è scappato ed è rimasto al suo posto cercando di salvare il salvabile i Savoia NO sono scappati come topi nelle fogne abbandonando metà Paese.
    Stasera a Porta a Porta, oltre alla figura barbina che ha fatto il giovane di casa savoia è stata detta una grande verità, se Umberto II (grande uomo a differenza del padre) fosse rimasto a Roma, anche immolandosi per l’Italia, probabilmente ora l’Italia sarebbe ancora una Monarchia.
    CIao e grazie del tuo commento

  9. Fermo restando che c’è una parte condivisibile nel discorso fatto dal giovane Savoia (in sostanza: non è giusto che i figli paghino le colpe dei padri) la richiesta del risarcimento mi sembra un colossale autogol da parte loro. Questi Savoia mi hanno proprio deluso.

  10. @Giulio lui non paga le colpe dei padri paga le colpa di essere “erede al trono” il giorno che rinuncerà ufficialmente ai suoi diritti di nascità e giurerà fedeltà alla Repubblica Italiana ne riparliamo 🙂

  11. ROBY ROBY

    LO SO VITTORIO EMANUELE III, HA TRADITO LA FIDUCIA DEGLI ITALIANI, ERA UN UOMO PIENO DI COMPLESSI E NON ERA ADATTO A DIVENIRE RE, MA NON CERTO STUPIDO, RITENEVA CHE ANDANDO IN TERRITORIO LIBERATO DAGLI AMERICANI AVREBBE POTUTO ORGANIZZARE LA RESISTENZA.
    MA RICORDA CHE E’ STATO LUI A FAR ARRESTARE MUSSOLINI, E SE IN SEGUITO L’ITALIA E’ CADUTA NEL CAOS E DUOVUTO ANCHE AL FATTO CHE NESSUN GENERALE ABBIA CONSIGLIOTO IL RE NELLA SUE SCELTA..

  12. @roby scrivere in maiuscolo equivale ad urlare.
    Mussolini è stato deposto da gran consiglio del fascismo altrimenti vittorio emanuele III non avrebbe fatto niente.

    Credo che la tua conoscenza della storia non sia completa.
    L’Ammiraglio di cui ti parlavo era un Savoia e gli alti ufficiali erano spesso uomini del re.

    L’unica cosa vera è che il principe Umberto NON voleva scappare a gambe levate come ha fatto il padre e gli ufficiali.

    ciao

  13. ROBY ROBY

    Scusa per il maiuscolo, in effetti hai ragione è stato deposto dal gran consiglio del Fascismo.
    Ma devi tenere conto anche del contesto storico, che ha portato al potere Mussolini, l’Italia era nel caos e c’era un concreto pericolo di guerra civile. I vari governi che si erano formati erano incapaci di potare ordine e la crisi economica era terribile. I Savoia avevano il terrore di fare la fine di Nicola II e famiglia, e il pericolo di una rivoluzione comunista in Italia era tutt’altro che remota..
    Mussolini roppresentò la soluzione a queste paure, e ti ricordo che in un primo momento anche i partiti hanno appoggiato Mussolini come presidente del consiglio.
    Poi è evidente che con l’omicidio di Matteotti si era adati verso una deriva dittatoriale, Vittori Emanuele ha sbagliato tutto certo…, ma bisognava viverlo quel periodo per capire che prendere una decisione era molto difficile..
    Poi se si tiene conto che il re di allora, era prettamente di scuola ottocentesca…, non tanto incline alla democrazia…, era inadatto ad essere re, non si poteva certo pretendere da lui comportamenti liberali.

  14. Una pièce teatrale ha debuttato in Spagna:l’autore e’ Juanita Olivares scrittrice esoterica barda che parla con lo Spirito Paraclito.Il titolo dell’opera e’:”Idi di Marzo 2o11, ore 13 e 15, Vittorio Emanuele diventa regicidio!”La storia tratta di una veggente che ha una terribile visione.In un mercato primaverile pieno di colori , festoso, si trova a passare alla guida della sua auto, forzatamente , la principessa Yasmin perche’ c’e’ stata una deviazione di un finto incidente che la dirotta verso un mercato rionale,a Milano, ove gia’ ilfiglio E.Filiberto da alcuni anni ha studiato un piano per pianificare il delitto.Il piano prevede che un camion del mercato ,a quell’ora ,finga di fare manovra, per andarsene con la sua merce, ed investa in pieno l’auto della principessa Yasmin.Una folla l’accerchia e dei volontari pianificano il ritardo dell’autoambulanza fingendo una rissa, per crear folla. La principessa Yasmin muore dissanguata, mentre un finto soccorritore ne aiuta il decesso soffocandola.Ma Vittorio Emanuele non la fara’ franca, perche’ sara’ incastrato da intercettazioni di chi non lo ha mai perso di vista, nonostante le leggi sulle intercettazioni abbiano subito una restrizione.Ma perche’ Vittorio Emanuele dovrebbe fare questo proprio a Yasmin che ,mentre tutti urlavano Crucifigge e’ stata l’unica a protestare in modo appassionato per il garantismo?Semplice: Vittorio Emanuele si trovera’ di fronte ad un regime marziale , per suprema necessita’ di Stato.Saranno abolite le leggi civili e si ridurra’ tutto in potere dei tribunali militari.Accadra’ qualcosa di grave ,per cui si tornera’ al regime monarchico. La principessa Yasmin avrebbe diritti di prelazione, quindi per Vittorio Emanuele la scelta e’ solo una:eliminare Yasmin!Ma la veggente che aveva gia’ salvato per tempo la principessa Yasmin , dall’ eccidio delle torri a N.Y.l’avverte .La Principessa Yasmin , sapendo di avere avanti solo tre anni di vita ed un assassino alle calcagna, abdica al regno, per salvarsi, ma la veggente prevede che Vittorio Emanuele non desistera’ dall’assassinio, uccidendo il cugino Amedeo Aosta.Sara’ scoperto e finira’ i suoi giorni in galera.L’unico che approfittera’ della vicenda sara’ il Borbone…ma..
    L’autrice invita gli esoterici a verificare con mezzi aliundi se cio’ e’ verosimile e di comunicarlo pubblicamente!(euronews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.