Salta al contenuto

Ma dov’è finita la fabbrica dei comici ? (Era Zelig che noia)

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Una volta era il Derby, storico locale milanese, che sfornava comici come da una catena di montaggio, veri artisti del far ridere.

Con la prematura scomparsa del Derby, lo Zelig si sostituì nella non semplice attività di scovare chi sa far ridere.

E ora chi ci pensa ?

Zelig è diventato di una noia mortale e se non fosse per Claudio Bisio (10) e Vanessa Incontrada (10) una risata che sia una non uscirebbe.

La maggior parte dei comici eseguono gag banali, spesso volgarotte e decisamente poco divertenti.

Da Gino & Michele e da Giancarlo Bozzo mi aspetto molto ma molto di più.

Capisco che i comici migliori ormai non vanno più a Zelig se non per qualche comparsata ma, possibile che non si trovino nuovi comici veri ?

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inIl Wolly pensiero

Un commento

  1. Michelangelo Michelangelo

    Caro Wolly, il quesito ha una semplice risposta: i comici ci sono e alcuni molti bravi, ma se non si hanno dei Bozzo o Gino e Michele che, con buoni principi e soprattutto voglia, insegnino realmente ai comici il valore della comicità italiana, quando in realtà, invece di spronare la gente in gamba, chiamano dei raccomandati o delle mezze cartucce, dove anche quelli bravi vengono sotterrati sono un mare di cavolate… ci sarà poca VERA comicità.
    Al giorno d’oggi rischia di essere più divertente Colorado Cafè… e ho detto tutto!!!
    I creatori quali Gino, Michele, Bozzo e altri autori, fino a quest’anno, sono stati vergognosi! Come è risaputo, le prove con il pubblico servono a capire se le battute funzionano o meno. Beh, gli autori sopra citati, si convincono del fatto che alcune battute funzionino nonostante la nulla risposta del pubblico.. il perchè? Guadagnano soldi senza sbattersi a trovare battute divertenti. Chi ha il coraggio di contraddirli? Non sono i comici a scrivere i pezzi, che si sappia. Magari qualcuno ma si contano sulle dita di una zampa di gallina.
    Ci sono centinaia di laboratori in tutta italia mille volte più divertenti, in ambienti altrettante volte più piacevoli. Cerchiamo quelli… scoviamo noi i veri comici! Quelli che ci fanno ridere! Non facciamo scegliere alla massa!
    Con la speranza che questo messaggio apra gli occhi a qualcuno, vi saluto e grazie dell’attenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: