Salta al contenuto

Watson: «Neri meno intelligenti dei bianchi» . Corriere della Sera

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Watson: «Neri meno intelligenti dei bianchi» . Corriere della Sera

Ma il premio Nobel da alla testa ?

Non sono un genetista e quindi non mi pronuncio sulla questione scientifica ma, mi pronuncio sul valore delle affermazioni.

Ammesso e NON concesso che sia vero ma questo usa il tabacco ?

Un uscita di questo tipo non può servire ad altro che ad alimentare i complessi di quei farabutti razzisti che tutt’ora esistono e fanno danni.

Non ho mai pensato che il Nobel fosse una garanzia sulla persona ma, semplicemente il riconoscimento di qualche merito professionale e questa uscita non fa altro che rafforzare la mia idea.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

16 Comments

  1. Apparte il fatto che dubito che sia vero, anche fosse non mi sembra che siano cose da dire, a me sembra un’affermazione abbastanza razzista…

  2. Assolutamente d’accordo

  3. Non d’accordo su quanto dici. I neri sono decisamente superiori a livello atletico. La mia frase è razzista?

  4. Dipende dagli sport 🙂

  5. Pur non entrando nel merito delle affermazioni di Watson (di cui tra l’altro ho avuto il piacere di studiare le scoperte nei vari anni di liceo scientifico) sono d’accordo con Samuele. L’esempio è azzeccatissimo! Non si può parlare di razzismo.

  6. Io ho letto il Mein Kampf e altri scritti dove Hitler razionalizzava la superiorità della razza ariana portando anche l’intelligenza tra le qualità superiori. Ovviamente non aveva a disposizione la genetica.
    Asserire che una razza è geneticamente superiore,perchè dire che è più intelligente significa appunto definire una razza superiore e l’altra inferiore lo trovo molto razzista.
    Nello sport non esiste una superiorità atletica dei neri.
    Esistono sport dove i neri prevalgono e sport dove prevalgono i bianchi, non facciamo confusione.

    ciao
    wolly

  7. Ciao Wolly,

    concordo sul fatto che il premio Nobel non garantisca il valore dell’individuo.

    Circa le affermazioni di Watson, io ho deciso di entrare nel merito della questione e ho scritto un lungo articolo sull’argomento nel mio blog.

    (è troppo lungo da copia-incollare in questo commento).

    Ciao,
    Antonio 🙂

  8. Ne ho parlato anch’io oggi.
    Non credo sia dimostrabile un’affermazione del genere. Lo è quella sulla superiorità fisica dei neri.
    In ogni caso le affermazioni precedenti di watson lasciano pochi dubbi sul suo pensiero…

  9. Ciao Wolly. Hai ragione non esiste una superiorità assoluta dei neri nello sport. Ma lo stesso discorso vale per l’intelligenza. Ci sono diversi tipi di intelligenza, di capacità intellettive e fisiche. C’è chi definisce anche un tipo di intelligenza detta SPORTIVA. Io non ho voluto entrare nel merito delle affermazioni di Watson, perchè non le conoscevo e non le conosco precisamente. Non ha senso dire che una razza è più intelligente, ma ha senso dire che razze diverse hanno capacità (anche intellettive), dovute a motivi puramente genetici, diverse. Nel dire ciò non mi sento affatto razzista. Il razzismo nasce nel passaggio successivo e cioè quando si passa dall’analisi delle diverse capacità alla discriminazione e all’accusa di inferiorità. A scuola non sempre erano i più intelligenti ad avere i voti più alti. Il fatto di non essere geneticamente portato per la matematica non vuol dire necessariamente essere l’ultimo della classe. Non vuol dire essere inferiore, anzi grazie ad altre capacità (di concentrazione, di sforzo, di caparbietà…) si può comunque essere primi…
    Scusate se mi sono dilungato troppo. Ciao

  10. musta musta

    😎 attenti …mi ricordo certi studi antroplogici che credevano nella teorea dei climi,traduco: che il clima influenza il colore della pelle allora un studioso olandese portò ” un campione di neri africani e gli ha fatti vivere nella scandinavia per fargli cambiare colore!!!????)
    il nero è meno intelligente…il sardo per cultura violenta e stupra le donne??????
    l’italiano è mafioso ?????
    devono rispondere chi ha nel dna il coplesso di voler comandare il MONDO!

  11. finchè parliamo di diversità non c’è alcun problema ilproblema è quando giudichiamo superiori e inferiori in base alle diversità e quello è molto pericoloso.

    ciao

    p.s.: grazie a tutti dei vostri interessanti contributi

  12. Roberto Roberto

    Non sono d’accordo su quanto dici. Se l’affermazione è stata fatta da un premio Nobel, lo ha fatto in base a delle scoperte scientifiche e non per far entrare aria nella sua bocca. Forse vogliamo sembrare tutti “perbenisti” e finalmente una persona, che sa quello che dice, ha avuto il coraggio di dire ciò che ha scoperto e di sicuro non è una opinione personale. La storia ci insegna.

  13. In tutta onestà non riesco a trovare molta scienza in questa affermazione 🙂

    Il premio Nobel riconosce come naturale l’aspirazione umana all’uguaglianza degli uomini, ma «le persone che hanno avuto a che fare con dipendenti neri sostengono che non è vero»

    leggo solo pregiudizi

    Idem quando afferma che se hai un feto omosessuale dovresti abortire e molte altre affermazioni.
    I geni non li ha scoperti visto che afferma che ci vorranno almeno dieci anni per scoprirli e parla di test senza precisare.

  14. carlo.corradini@alice.it carlo.corradini@alice.it

    Alcune etnie nere hanno più fibre rosse(resistenti).altre etnie nere
    hanno più fibre bianche(veloci)e quindi dominano fondo,mezzofondo
    e velocità.Sempre per motivi anatomo fisiologici non possono neppure
    pensare di competere con i bianchi in piscina.A differenze di fibre e
    quindi di cellule corrisponde una netta superiorità.
    Gli esseri umani sono composti di cellule diverse anche tra individui
    della stesso colore.La diversità è totale in tutti,l’identicità in nessuno.
    Nessun cervello umano è uguale ad un altro,le donne ne hanno diversi grammi in meno e nessuno si sogna di farne una questione razziale.Le differenze non sono poi nette,ma le prevalenze sono relative a percentuali maggiori e non riferite alla totalità.
    Ciò significa che in percentuale ci saranno più negri veloci e resistenti,che prevarranno in numero maggiore,ma non assoluto.
    La stessa cosa vale per il nuoto e forse l’intelligenza.Per quanto riguarda la superiorità di prestazione,nessun uomo è uguale all’altro,
    ma per quanto riguarda i meriti,nessuno ne ha più di altri dato che
    persino la volontà(considerata la più meritoria)è un dono del Signore
    (S.Agostino,lettera ai pelagiani)I meriti degli uomini sono identici
    dato che il libero arbitrio è un’illusione.
    carlo.corradini@alice.it

  15. Lidia Lidia

    A parte il fatto che si dice neri e non negri, ma che perbenisti?!? Come si fa a dimostrare una tal cosa? In base a delle scoperte scientifiche?????????? Ma stiamo scherzando?!?! Ma quale aria in bocca, qui si parla di aria nel cervello con la conseguenza di neuroni congelati! Scusate non per essere offensiva ma certe affermazioni sono assurde! Ps. pare che gli etiopi siano molto veloci 😉

  16. kaisaros kaisaros

    “a me sembra un’affermazione abbastanza razzista”…….

    Quindi se un affermazione contrasta col politicamente corretto,
    automaticamente è sbagliata !!!
    Che sistema interessante il vostro………..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: