Salta al contenuto

Dentro e Fuori un Blog dal carcere

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Ecco un iniziativa spettacolare , un Blog dal Carcere.

Dentro e Fuori cos’è direttamente dal Blog

Dentro e Fuori è il blog dei detenuti della sezione Prometeo del carcere di Torino. Un’iniziativa finanziata e patrocinata dall’Assessorato alle Risorse e allo Sviluppo della Cultura del Comune di Torino.

Dentro e Fuori nasce dalla collaborazione dei giovani giornalisti de Il Contesto con La Casa Circondariale Lo Russo e Cotugno di Torino e con il regista teatrale Claudio Montagna che, assieme a CAST e all’Associazione S.e.T. (Spazi e Teatro), anima ormai da diversi anni l’attività teatrale all’interno della sezione.

Dentro e Fuori per “far evadere”, utilizzando il medium più antico del mondo, il solo consentito in carcere: la carta. La redazione si occupa di raccogliere gli scritti dei detenuti, di ricopiarli e pubblicarli sul blog.

I vostri commenti lasciati in calce ai post, saranno ricopiati su carta e consegnati ai detenuti, in carcere.

Buona lettura.

Personalmente ho vissuto il mondo delle carceri dal 89 al 91 , quando ho prestato servizio presso il I battaglione Piemonte dei Carabinieri come Ufficiale di Complemento.

Sono stato spesso alle carceri di torino per prelevare i detenuti per un allora famosissimo processo.

Già allora pensavo che il carcere, così com’è attualmente strutturato, è solo una vendetta nei confronti di chi ha sbagliato e null’altro.

Una grande percentuale di chi esce dal carcere poi rientra dopo poco tempo (basta vedere l’indulto).

Il carcere dovrebbe essere un luogo dove chi è pericoloso per la società  viene trattenuto e privato della libertà di movimento in modo da proteggere gli altri e dovrebbe servire ad aiutare chi ha sbagliato a capire il perchè ha sbagliato e a rimuovere i motivi che l’hanno portato a delinquere che sono tra i più disparati.

La pena stessa non dovrebbe avere una scadenza temporale dovrebbe rappresentare un percorso di miglioramento e di reinserimento nella società ,il che significa che per assurdo potrebbe esserci chi per un furto di 50 euro potrebbe non uscire mai più perchè irrecuperabile.

Lo so che può sembrare un assurdità questo mio pensiero ma, chi sbaglia deve essere aiutato a non sbagliare più e non è certo punendolo togliendogli tutto , inclusi gli affetti, che si può recuperare un essere umano , il carcere non è mai stato un deterrente per un ex carcerato.

[Via : Matteo ]

 

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inIl Wolly pensiero

Un commento

  1. Bene, son contento di aver divulgato una notizia positiva in giro!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: