Salta al contenuto

Risotto alla Milanese

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Il risotto alla milanese è un piatto tipico della tradizione Milanese. Piatto povero e grasso come la maggior parte dei piatti tipici.

Gli ingredienti tradizionali del risotto alla milanese sono fondamentalmente ciò che si riusciva a recuperare dal lavoro quotidiano.

Piatto grasso ma allora non c’erano problemi era talmente tanta la fatica che non si assumevano mai abbastanza grassi.

Il risotto alla milanese ha varie versioni.

Ingredienti tradizionali :

  • Riso
  • Brodo di pollo di pollo
  • Midollo di bue
  • Cipolla
  • Vino rosso
  • Zafferano

Ingredienti per la mia ricetta:

  • Riso
  • Brodo di lesso di manzo
  • Cipolla
  • Vino rosso
  • Burro
  • Parmigiano reggiano (grana padano)
  • Zafferano
  • Un goccio di limone
  • Oli de Gumbet (traduzione letterale “olio di Gomito” ossia voglia di lavorare )

Preparazione :

Ci laviamo le manine per benino poi indossiamo una cuffietta o un cappello da cuoco (se non siete ovviamente calvi) non per fare i fighi ma per evitare che i vostri capelli zozzi finiscano nel risotto e non c’è cosa più schifosa di trovare dei capelli nel piatto in cui si mangia.

Mettiamo in una pentola alta e larga il brodo a scaldare.

Nel frattempo peliamo la cipolla e poi la tritiamo finemente. Io sono un comodoso e quindi per tritarla uso il minipimer.

Nella pentola del risotto scaldiamo il burro, quando è caldo buttiamo dentro la cipolla e la facciamo imbiondire. Quando la nostra amichetta cipolla ha finito di farsi le meches buttiamo dentro il riso e lo facciamo tostare per un paio di minuti.

A questo punto mettiamo un mezzo bicchiere di vino rosso.

Facciamo evaporare il vino, abbassiamo la fiamma e copriamo il risotto con il brodo caldo e mescoliamo continuamente. (So bene che c’è chi butta dentro tutto il brodo ma,fidatevi fate come vi dico io e se non avete tempo e voglia di seguire il vostro risotto compratene uno già fatto è meglio)

Continuate ad aggiungere il brodo quando il vostro risotto ve lo chiede.

Quando mancano 5 minuti alla cottura sciogliete lo zafferano in un pò di brodo e mettetelo nel risotto, per magia il risotto cambierà colore diventando giallo (non stupitevi lo zafferano è la base anche per i colori dei pittori).

Bene ora il vostro risotto alla milanese è cotto e spegnete la fiamma. Il risotto vi guarda e minacciosamente vi dice NON SERVIRMI IN QUESTO MODO !!

Voi siete un pò spaventati e vi domandate il perchè di questa durezza e di questo sguardo minaccioso del vostro amato risotto alla milanese.

Ha ragione lui.

LA MANTECATURA

Prendete il burro che vi è avanzato  e mettetelo nel risotto, metteteci anche il parmigiano reggiano (o il grana padano) mescolate bene fino a che è tutto ben sciolto.

Ora lasciate riposare il risotto alla milanese per 2/3 minuti.

Se volete potete aggiungerci uno spruzzo di limone ,serve a togliere il sapore di “grasso”

Servite il risotto alla milanese  nei piatti di portata , magari tiepidi e sbattetelo sotto il muso dei vostri commensali lasciando a disposizione degli stessi del parmigiano reggiano o del grana padano da aggiungere magari ancora da grattugiare ma se siete pigri potete anche metterlo già grattugiato (non è la stessa cosa)

Bene a questo punto i commensali dovrebbero cominciare ad emettere urletti di godimento e gemiti di piacere lussurioso.

Non è così ? Non è colpa mia e vi suggerisco di chiamare Chuck Norris che provvederà a sistemare tutto.

Varianti:

Al posto della cipolla potete usare la dote e cioè sedano, carote e cipolla sempre finemente tritati

Se invece questo risotto per voi non è abbastanza grasso potete aggiungerci della luganega.

Per prima cosa togliete la pelle e la fate a pezzettini e poi avete due possibilità per aggiungerla al risotto.

La prima (che è anche la mia preferita) consiste nel friggere i pezzettini di luganega in un pentolino usando il grasso stesso della luganega e poi aggiungerla al risotto che cuoce.

La seconda è quella di mettere i pezzettini di luganega cruda a cuocere direttamente nel risotto alla milanese.

Ho una newsletter che parla di WordPress

This is the archive

Iscriviti alla mia Newsletter

Published inLe Ricette di Wolly

2 Comments

  1. Mi si è alzato il colesterolo solo a leggere, ma domani lo faccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: