Archivi tag: governo

L’ordine mondiale deve essere ripristinato

DISCLAIMER: questo è un post ad alto tasso di complottismo, fantapolitica, pensieri sconnessi, quindi leggete a vostro rischio e pericolo, il che non significa che non sia tutto vero.

Il mondo è sempre stato governato da pochi ricchi e potenti che facevano il bello e il brutto tempo, avevani le schiave e gli schiavi e elargivano al popolo la loro carità.

Si occupavano pure del divertimento del popolo, pensate ai giochi romani.

Tutto questo è cambiato con l’era industriale dove una moltitudine di pezzenti ha cominciato a crearsi le proprie attività, diventando ricchi e in alcuni casi potenti.

All’inizio erano pochi poi sempre di più.

I piccoli commercianti hanno cominciato a guadagnare, sono aumentati quelli che hanno potuto studiare e addirittura laurearsi e alla fine anche le donne hanno potuto votare e studiare.

Tutto questo ha portato ad una situazione non dico completamente democratica ma, senza dubbio più difficile da gestire.

Tante persone che non dipendono dalla benevolenza dei ricchi padroni, persone che studiano e che, incredibile, riescono ad avere pensieri diversi da quelli concessi dai ricchi e potenti.

Tutto questo è diventato davvero fastidioso e ingestibile.

In una sera d’inverno i potenti del mondo si sono incontrati in una località segretissima, probabilmente pozzuolo martesana e li hanno deciso che bisognava tornare all’antica.

Ogni stato ha seguito la sua strada e l’Italia ha deciso la strada più dura, tartassiamo di tasse i piccoli e li distruggiamo così ci saranno tonnellate di poveri a cui elargire la nostra benevolenza.

Una parte importante del paese è già suddito dello stato dato l’alto numero di dipendenti pubblici.

Tutto questo però non bastava, la resistenza era ancora troppo forte e allora, con l’aiuto delle torri gemelle e della merkel, hanno creato la più grande crisi mai esistita al mondo e hanno fatto di tutto per accentuarla il più possibile, più poveri più potere.

Il governo Monti in Italia ha seguito gli ordini al meglio e ora si aspetta il crollo totale degli ultimi partigiani, i piccoli commercianti, i piccoli impreditori, i piccoli professionisti.

Il potere e la ricchezza devono tornare nelle mani di pochi, gli stessi che da millenni si spartiscono il potere con qualche apertura a nuovi potenti.

Il conflitto in essere è di portata globale e l’extrema ratio è sempre la stessa, la guerra termo nucleare globale che, a differenza di quello che pensa Joshua, non è vero che l’unica mossa vincente è non partecipare.

Il nuovo ordine mondiale sta per tornare e noi saremo felici quando ci daranno le brioche.

Tags: , , , , , , , , , , ,

Viva la Democrazia

Le elezioni sono terminate e le urne hanno dato il loro responso.

In un paese Democratico dopo il voto si comincia a lavorare per il Paese.

In Italia gli elettori di chi ha vinto ma perso da ieri passano il loro tempo ad insultare gli altri, minacciano di togliere l’amicizia da facebook (?!?!), propongono di tirare sberle agli sconosciuti che tanto per statistica ti trovi uno del centrodx o un grillino e dulcis in fundo vorrebbero togliere il diritto di voto a che non vota come loro (evviva, come sono democratici) . Sono gli stessi che 2 mesi fa’ dicevano che i voti di quelli li non li volevano.

Ho un grande rispetto per gli elettori e in queste ultime elezioni sono stati molto chiari:

  • Sono stufi di essere considerati un portafoglio sempre a disposizione
  • Sono stufi dei vecchi partiti
  • Sono stufi di Bersani Bindi e CGIL
  • Sono stufi di essere considerati dei minus habens perché non votano PD
  • Sono stufi di essere malgoveranti
  • Non credono che Bersani Bindi e CGIL possano portare ad un rinnovamento
  • Non credono ad una politica di rigore per pagare l’elefantiaca macchina pubblica, per pagare le baby pensioni, per pagare le pensioni d’oro
  • Sono stufi di vedere i propri figli disoccupati
  • Sono stufi di vedere i propri genitori licenziati senza possibilità di trovare un lavoro
  • Sono talmente stufi che piuttosto che votare Bindi Bersani e CGIL sono riusciti a rivotare Berlusconi

Sono stufi.

L’esito delle urne, dopo una Democratica votazione, dice che il Paese non vuole un partito a governare ma, vuole che gli eletti governino insieme su valori condivisi per realizzare in fretta le riforme necessarie per abbassare drasticamente le tasse, per far ripartire l’economia e di conseguenza l’occupazione, di non farsi mettere i piedi in testa dalla Germania e dall’Europa, di dimezzare i parlamentari, di rendere efficiente e meno costosa la cosa pubblica e di modificare il sistema di governo e poi la legge elettorale.

Tutte queste cose possono essere realizzate solo se, finalmente, gli eletti si dimostreranno responsabili.

Dare la colpa al porcellum è aleatorio visto che con quei dati sarebbe stato difficile avere un vincitore con qualsiasi sistema di voto, escludendo l’uso delle armi.

Dare la colpa all’idiozia di chi non ha votato come te è idiota.

Dai problemi nascono le opportunità e ora, oggettivamente, governare è un problema quindi abbiamo enormi opportunità per fare cose buone e giuste.

Il fallimento NON è del popolo, che è sovrano e decide sempre nel modo migliore (non più giusto), il fallimento è dei partiti, dei politici stupidi che non hanno più alcun rapporto con la realtà, chiusi dentro il loro fortino dorato.

Non hanno capito la lega, non hanno capito il movimento 5 stelle, continuano a non capire che i problemi esistono e in questo modo continuano a fare le scelte sbagliate.

Sono fiducioso e sono convinto che alla fine ci risolleveremo.

PS: Tutto quello scritto in questo post è solamente il mio pensiero, parlo per me stesso e per nessun’altro e non rappresento niente e nessuno, rappresento solo me stesso.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Elezioni 2013, chi voterò

Ci siamo, tra poco si vota.

Il paese è al collasso, i cittadini e le aziende sono tartassate e vessate come in nessun altro posto nell’intero universo, i nostri politici sono strapagati, l’apparato statale è inefficiente e iper costoso, il pubblico è tutt’ora utilizzato e considerato come un ammortizzatore sociale.

Questo è lo stato dell’arte.

Come tutti i bravi responsabili cittadini elettori, che non fanno parte degli zoccoli duri dei vari partiti e che votano sempre gli stessi per tradizione senza alcuno spirito critico, ho cominciato ad analizzare la situazione per decidere dove votare.

Partiamo dal vincitore, quello che ha già vinto le elezioni, la banda B.B.. Bindi Bersani o Bersani Bindi li ho trovati già citati nelle antiche scritture e lo stesso Ponzio Pilato, in un’intervista in esclusiva che mi ha rilasciato, ha confermato che proprio la banda B.B. lo mandò in Palestina e poi successe quello che tutti sappiamo, si lavò le mani. La banda B.B. è il nuovo che avanza ne senso che di nuovo saranno eletti e di nuovo andranno al governo, che novità!

Passiamo invece al perdente, Mr.B. alias Berlusconi (sarà la B il problema?) chi è e cosa ha fatto lo sanno anche i sassi, in pratica non ha fatto nulla di quello che doveva fare, riforma seria delle pensioni, abolizione dell’art.18, semplificazione dello stato, eliminazione dell’equazione impiegostatale == ammortizzatore sociale tanto pagano sempre gli altri. Con lui è già certo quello che farà o meglio quello che non farà.

Il centro vien da sè, i Fini Casini che il centro ha combinato li abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni, gente che ha impedito di governare mentre era al governo e che poi ha cercato di smacchiarsi il curriculum, i Fini statalisti che credono che lo stato sia solo ed esclusivamente un ammortizzatore sociale e i Casini succubi di vari poteri forti come per esempio la Chiesa Cattolica.

Monti, un anno di aumenti di tasse e di riforme sempre a metà, nessuna seria e nessuna che porterà alcun miglioramente, di fatto ha devinitivamente affossato qualsiasi possibilità di crescita

Grillo, preferisco andare a vederlo in teatro anche se non so se fa ridere di più a teatro o in politica.

Prendi Vendola e le sue idee anni ’70 unisci la banda B.B. e agita bene  con Monti e il cocktail più esplosivo del mondo è pronto, quando esploderà? Aspettiamo le quote dei bookmaker inglesi io voto per max 24 mesi e poi si rivota.

Maroni e la lega? N.P. esistono ancora?

Orbene e poffarbacco io sono un seguace montanelliano e quindi mi turerei bene anche il naso ma, proprio non riesco a trovare qualcuno da votare e vi assicuro che stringo forte il naso.

Sono demoralizzato, sono consapevole che non votando faccio il loro gioco, sono consapevole anche del fatto che votando faccio il loro gioco e in tutti e due i casi nessuno fa il mio gioco.

Cosa rimane? La rivoluzione ma, è il solito discorso, vai avanti tu che poi ti seguo.

Ergo, al momento ho deciso che NON andrò a votare tanto è ininfluente sia che io voti che no.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

La rivoluzione prossima ventura

La situazione attuale dell’Italia è veramente difficile.

In Italia abbiamo una tassazione a livelli svedesi ma, con servizi pubblici italiani.

Abbiamo, in Italia, una macchina statale che si ingoia tutto quello che viene prodotto dai privati e è talmente affamata che i soldi non bastano mai.

Nessun governo ha mai messo mano alla scatola pubblica, accettando deficit regionali della sanità folli, regolarmente ripianati con i soldi dei contribuenti, nessun governo ha mai messo mano alle assurde assunzioni senza logica fatte da alcuni comuni, province o regioni.

Ogni governo, invero, ha cercato di creare un nemico pubblico per mascherare la propria incapacità, da alcuni anni il nemico pubblico è l’evasore.

L’evasore è quella figura mitologica che ha causato tutti i mali dell’italia, non è stato il malgoverno, non sono state le regioni, non è stata la macchina statale, non è stata la folle tassazione (diretta e indiretta), non è stata la collusione mafia/politica, non sono state le ruberie continue, non è stata la pessima politica economica, non è stata la pessima legislatura sul lavoro, NO è tutta colpa dell’evasore, se per caso l’evasore diventasse contribuente i suoi euri farebbero di colpo funzionare il paese, come d’incanto le regioni non creerebbero più deficit sanitario perché il problema è l’evasore non la mala sanità, di colpo l’economia ripartirebbe e le tasse scenderebbero di 1000 mila punti percentili, SI è gli asini volano.

I tempi non sono ancora maturi ma, l’aria si surriscalda. Nessuna vera riforma è mai venuta da chi ha causato i guasti e la gente comincia a fare fatica, fatica vera ad arrivare a fine mese, a pagare le bollette e a fare la spesa.

Non oggi e nemmeno domani, probabilmente dopodomani assisteremo agli assalti ai forni per poi arrivare ad una rivoluzione cruenta con morti e feriti per spazzare via la classe dirigente di questo paese.

Il problema in tutto questo è che le rivoluzioni sono tanto belle quanto cruente e i loro risultati sono sempre discutibili.

Non voglio chiamare nessuno alle armi voglio solo che chi governa e chi governerà sia ben consapevole che prima o poi i moschetti riapriranno bocca e sarà quella la voce che decreterà la parola fine e decreterà il vero fallimento, aver preso in giro la gente per 40 anni.

Tags: , , , , , , , ,

La caduta di Berlusconi | The winter is coming

In realtà l’inverno è già arrivato, da almeno 30 anni.

Sono infatti almeno 30 anni che sento parlare di debito pubblico alle stelle, di interessi che si mangiano qualsiasi miglioramento e della necessità di rivedere il sistema pensionistico, di rendere flessibile il lavoro in uscita, di diminuire gli sprechi nella P.A., di ridurre il numero di parlamentari a dimensioni europee, di modificare le competenze delle 2 camere, di riformare la legge elettorale (questa ormai è una barzelletta visto che di modifiche in 30 anni ne sono state fatte).

L’inverno è quindi già arrivato da almeno 30 anni e ormai la legna per scaldarci è finita.

In base al colore politico le colpe sono sempre degli altri.

Il primo responsabile è Silvio Berlusconi perché ha avuto per 2 volte un mandato a governare e entrambe le volte NON ha fatto nulla. (lo so che sono 3 ma, il primo non lo considero).

Il secondo responsabile è il PD/PDS e tutte le sigle che ha cambiato perché+ anche lui ha avuto 2 mandati per governare solo che non è arrivato neanche al panettone tutte e 2 le volte, di fatto incapace di governare.

Gli altri vari responsabili, che non voglio dimenticare, sono i sindacati e in particolare CGIL e CONFINDUSTRIA entrambi colpevoli di vivere fuori dal mondo e di non essere in grado di essere interlocutori affidabili.

Ora, finalmente, i nodi vengono al pettine, siamo stati di fatto commissariati dalla BCE e quindi saremo costretti a fare qualcosa; il problema è cosa faremo. Non vedo all’orizzonte personaggi in grado di governare, vedo solo politici in cerca del consenso immediato interessati solo a farsi rieleggere e quindi senza alcun interesse ad intervenire seriamente.

Probabilmente il default potrebbe essere l’unica vera soluzione per il nostro paese, forse nel baratro riuscirà ad uscire qualcuno in grado di fare in poco tempo quello che non è stato fatto in 30 anni. Il default potrebbe portare ad una nuova Assemblea Costituente forte abbastanza da agire nel senso del miglioramento di questo paese e cioè nel semplificare il bicameralismo puro, di ridurre (dimezzare) il numero di Onorevoli e Senatori, di risolvere i problemi della P.A.,di trovare i soldi per la scuola e la formazione e via con la fantasia.

Sono rimasto generico perché mi piacerebbe sapere cosa ne pensate voi.

Tags: , ,

Votare PD nel Nord Ovest

Probabilmente qualcuno si stupirà di questo post ma, chi mi conosce bene capirà.

Ritengo l’Alternanza di Governo l’unico vero strumento democratico e quindi sono preoccupato della morte annunciata del paziente PD, e lettori di destra del mio blog, state tranquilli sono e rimango a destra e non venitemi a dire che a sinistra non farebbero mai quello che faccio io, non mi importa nulla, la Democrazia non è un concetto è un Religione ed è un qualcosa che noi non ci siamo guadagnati, che ci è stata regalata dai nostri avi che l’hanno creata con il loro sangue.

Il compagno SuzukiMaruti ha individuato un candidato, penultimo in lista, del PD nel NordOvest che sembra essere una gran brava persona quindi usate le preferenze, elettori del PD e mettete il suo nome sulla scheda: ROBERTO PLACIDO.
Questo il suo sito http://www.robertoplacido.it/.

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Referendum 2009

Visto che l’informazione si sta dibattendo in interessantissimi dibattiti su chi è Noemi e se il Berlusca se l’è trombata o no, parlerò ai miei due affezionati lettori  dei tre quesiti refendari al quale siamo chiamati a dare una risposta.

Vorrei ricordare che il referendum, è l’unico strumento di democrazia diretta a nostra disposizione quindi è un peccato che a nessuno interessi spiegare cosa saremo chiamati a decidere.

I primi due quesiti, sono uguali solo che uno si rivolge alla Camera dei Deputati e l’altro al Senato della Repubblica.

In pratica vengono eliminate le coalizioni, il premio di maggioranza viene dato solo alla lista che ha ricevuto più voti. In pratica rientra dalla finestra il bipartitismo voluto da Segni con l’introduzione dell’Uninominale (poi abrogato).

Questi 2 quesiti sono quelli che mi creano maggior difficoltà nella scelta perchè se è vero che il bipartitismo porterebbe a governi più stabili è anche vero che sarebbe un governo dove le minoranze più o meno ampie non sarebbero mai più rappresentate.

Il mio voto al momento propende per il SI sono al 51% propenso a votare SI.

Il 3 quesito è altrettanto interessante, non permettendo la candidatura in più collegi, tanto per intenderci non ci sarà più l’effetto Andreotti che nelle varie liste otteneva centinania d miglia di preferenze facendo eleggere persone sconosciute.

In pratica se vince il SI le candidature dovranno essere forti in ogni collegio perchè nessuno potrà essere aiutato da una candidatura civetta di un nome famoso.

In questo caso voterò SI al 99%.

Mi piacerebbe conoscere anche il vostro pensiero perchè nei confronti dei primi 2 quesiti sono veramente in dubbio.

[informazioni complete]

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Alle elezioni votate solo partiti locali

So bene che i mie due affezionati lettori si aspettano da me propaganda elettorale per il PDL ma, non ci sarà su questo Blog. Nooo state tranquilli, non ci sarà propaganda elettorale neanche per il PD :-)

E’ inutile negare che uno dei più gravi problemi della nazione Italia sia il fatto che una fetta importante di territorio e di popolazione sia di fatto governato dalla criminalità organizzata.

E’ sotto gli occhi di tutti il fatto che il deficit della sanità campana è pari ad una finanziaria (5.000 miliardi di eurini o se preferite 10.000.000 di miliardi delle vecchie lirette) idem per la sicilia.

Queste terre sono governate dal PD, dall’IDV con anche alcuni partiti comunisti, dal PDL, dall’UDC e dal MPA.

Io ho 42 anni, ho visto morire molti “eroi” abbondanati dallo stato, Il Generale Dalla Chiesa, I giudici Falcone e Borsellino, oltre ad altre decine di persone più o meno noti tutti con una caratteristica, essere stati abbandonati dallo stato e nel caso di Falcone anche dai propri colleghi.

Quando ancora non ero nato un uomo, il Prefetto Mori era riuscito nell’impossibile compito di ridurre la Mafia al silenzio, con metodi forti, forse discutibili ma, sicuramente efficaci ed anche lui è stato fermato, in questo caso con una delle tecniche più antiche del mondo il Promoveatur ut moveatur”.

Sono 42 anni che vivo e non vedo cambiamenti e non sento da NESSUNA forza politica l’unica cosa seria da fare e cioè annullare le elezioni in Campania, Calabria e Sicilia, commissarriare tutto e liberare i cittadini di quelle terre dal dominio incontrastato della criminalità organizzata.

Chi vota PD,PDL,IDV,Comunisti vari,UDC e MPA deve essere consapevole che vota per la criminalità organizzata perchè ogni giorno leggiamo di politici in “odore” di criminalità organizzata e provengono a turno da quei partiti che ho appena citato e non dimentichiamo che uno dei primi provvedimenti presi dal Berlusconi è stato quello di ripianare i debiti del comune di Catania.

Si lo so che ora farete milioni di distinguo ma, la vostra coscienza è vostra e non mia, io non voglio votare per nessun partito che abbia a che fare con il governo di quelle regioni perchè non riesco ad accettare che milioni di italiani vivano sotto il controllo della criminalità organizzata.

Datemi dell’ignorante, datemi del razzista insultatemi ma, io voterò Lega Nord, preferisco essere insultato che essere complice della criminalità organizzata e chiunque voterà PD, PDL, UDC, IDV, MPA e partiti comunisti vari è un fiancheggiatore della criminalità organizzata visto che Campania, Calabria e Sicilia sono goveranate da queste forze politiche.

Io il naso non me lo turo mai più.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Riforma delle tasse

Nessun governo di destra ne di sinistra ha mai pensato di riformare le tasse e la loro imposizione, questo perchè la stragrande maggioranza dei cittadini italiani non ha la minima consapevolezza del reale prelievo fiscale e di tutti i prelievi accessori,pensioni sanità etc. e quindi non è in grado di valutare realmente la qualità dei servizi erogati a fronte dei soldi che il cittadino spende.

In questo modo inoltre il governo di turno ha vita facile creando la convinzione che una parte della popolazione, professionisti, commercianti & C. siano dei ladri schifosi e che siano la causa di tutti i mali dell’Italia, in realtà i mali dell’Italia nascono dalla scelta assolutamente folle di utilizzare la Pubblica Amministrazione come ammortizzatore sociale soprattutto nelle zone italiane dove è più difficile trovare lavoro creando così un circolo vizioso di voto di scambio una disperata rassegnazione dei cittadini e un enorme potere alla criminalità organizzata.

Quindi qual’è l’unica vera riforma da fare?

I governanti ritengono i cittadini degli emeriti idioti incapaci di gestire i propri guadagni e quindi ha deciso di delegare altre entità, i sostituti d’imposta, al calcolo e al versamente di tasse & C. e in questo modo ottengono risultati decisamenti ottimi:

  1. Il lavoratore non ha la minima idea di quanto in realtà guadagni
  2. Il lavoratore è convinto di guadagnare poco
  3. Alti costi per i sostitui d’imposta per gestire paghe e contributi
  4. Conflittualità continua e discussioni infinite sulle buste paga e loro ritenute
  5. Contrapposizione tra dipendenti e autonomi
  6. Incassi certi ogni mese

I cittadini invece dovrebbero imporsi e chiedere l’abolizione dei sostitui d’imposta in modo di ricevere ogni mese tutto quello che realmente guadagnano, pagando le tasse come gli autonomi, con acconti e saldi decidendo in piena autonomia cosa fare dei propri soldi accantonando come e quando vogliono i soldi per le scadenze fiscali.

Così facendo il lavoratore potrebbe veramente avere il polso della situazione e potrebbe finalmente comprendere e giudicare chi amministra i soldi che versa allo Stato e sono convinto che cambierebbero moltissime cose e moltissime idee strampalate che vengono ai governanti di turno, fallirebbero miseramente di fronte alla resistenza dei contribuenti.

Purtroppo nessun governo farà mai questo passo perchè significherebbe perdere il potere e dare all’elettore delle vere basi di giudizio.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Il futuro del CentroDestra

Il centrodestra ha da poco vinto le elezioni (un annetto più o meno) con il suo centroavanti di sfondamento, Silvio Berlusconi.

Non è però cambiato molto da quando è nato Forza Italia se non che il Silvio ha imparato a fare politica. Il problema però veramente enorme è che non si vede all’orizzonte un ricambio, qualcuno che possa tenere unito il centrodestra e nel contempo avere il carisma e l’appeal per poter vincere le elezioni.

A differenza dei “radical chic elitari™” non ritengo cretini gli elettori quando non votano quello che voto io e anzi mi auspico che possa finalmente nascere anche Italia un bipartitismo reale e funzionante nella logica dell’alternanza anche se egoisticamente preferisco che vincano sempre i miei.

Non sono assolutamente sicuro che alle prosssime elezioni politiche i miei possano rivincere perchè manca un Leader nuovo, più (molto più) giovane che sappia comunicare e che soprattutto non divida così duramente gli elettori tra chi lo ama e tra chi lo vorrebbe vedere morto( non metaforicamente).

Il centrodestra è si radicato localmente (soprattutto grazie alla Lega) ma, pagherà lo stesso scotto pagato dal centrosinistra alle ultime elezioni perchè alla fine il grosso del partito, PDL, è e rimane romanocentrico e per evitare stupide battute, romanocentrico significa legato prevalentemente alla vita di corte che solo accidentalmente si svolge a Roma, se le istituzioni avessero sede a trento sarebbe trentocentrico.

Non esiste un leader in pectore amato da tutti (quelli del centrodestra) non esiste nessuno che abbia idee innovative che venga alla luce e che venga supportato dagli apparati di partito, continuano a governare i “colonnelli”  grazie alla loro rete di amicizie intessute negli anni e non si vedono facce nuove. Questa è una responsabilità enorme del Silvio Berlusconi che sta commettendo i classici errori dell’Imprenditore di prima generazione, errori che però compie in politica non certo nelle sue aziende dove da anni il ricambio generazionale al vertice è stato programmato e realizzato step by step per permettere la continuazione del suo gruppo.

Caro Silvio, perchè non cominci a pensare seriamente al ricambio generazionale ora che ci sono ancor 4 anni davanti invece di continuare a vederti come unico salvatore della Patria?

Stai commettendo gli stessi errori del centrosinistra, i loro sono più gravi perchè pur avendo perso non hanno ancora capito il messaggio degli elettori, e se non te ne accorgi al più presto andrà tutto a gambe all’aria con una rapidità tale che quando te ne accorgerai sarà troppo tardi.

So benissimo che non ti curi dei nuovi media e dei nuovi strumenti di comunicazione convinto come sei che la TV sarà sempre l’unico mezzo e sbagli quando dai retta ai tuoi consiglieri che ti dicono che alla fine la blogosfera è composta da 4 gatti di sinistra esagitati e arrabbiati, hanno ragione al momento ma, la rete evolve ad una velocità tale che neanche ti immagini e in un futuro non troppo lontano, anche da noi, il saper comunicare in rete sarà più importante che il saper comunicare in TV e questo è il motivo per il quale devi svecchiare i tuoi collaboratori, devi cominciare a trovare chi sa comunicare e devi trovare volti nuovi che possano trovare consenso nella tua base elettorale.

E’ un compito difficile ma non puoi essere contento di aver creato il vuoto dietro di te, di non avere un delfino vero e di non avere dei veri nomi da presentare come Leader.

Se il PDL morirà, come credo se non si cambia strada, sarà il tuo più grande insuccesso, e sarà quello che alla fine la storia commenterà parlando di te e dei tuoi governi, ha governato tanti anni ma non ha saputo dare un governo al Paese.

Siediti nella sedia in fondo dell’ultima sezione, mettiti un tappo in bocca così che riuscirarai a resistere alla voglia di ascoltare la tua voce e ascolta, ascolta gli altri, in silenzio, con attenzione, la tua intelligenza saprà discriminare tra le stronzate e le cose serie, e quando troverai quelle 3/4 persone giuste, intelligenti, con karisma e competenza politica prendile al volo e proteggile, insegna loro come si sopravvive in politica ai falchi e agli “amici”, preparali a mostrarsi al momento giusto, forti non solo delle loro idee, delle loro intuizioni e del loro karisma ma, anche consapevoli della loro forza politica pronti a scontrarsi e a vincere contro gli “amici” e poi sarà il popolo a decidere se saranno loro a governare.

Ecco se riuscirai a fare tutto questo la storia non ti ricorderà solo per le gaffe, gli insulti ricevuti o per i tuoi successi imprenditoriali e politici ma ti ricorderà per qualcosa di molto più importante, l’aver saputo accettare i tuoi limiti e per aver dato un futuro ad una delle due principali forze politiche in Italia.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,