Il Governo Prodi è (Ri)caduto

Questo articolo è stato scritto più di sei mesi fa, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

Meno di un anno fa scrivevo della prima caduta del governo Prodi, oggi sono a riscriverne.

Cosa aggiungere ? l’avevo detto ? una coalizione come quella messa in campo con unico valore condiviso l’odio per berlusconi non poteva durare ? oppure che la sinistra estrema non potrà mai andare d’accordo veramente con il centro?

Oggi neanche i senatori a vita1 (che dovrebbero essere aboliti) sono riusciti a portare le stampelle al governo più assurdo che il nostro Paese abbia mai avuto.

Ora la mia speranza è che il PD e Forza Italia so mettano d’accordo per un governo di qualche mese per mettere in piedi una nuova legge elettorare che rispetti il famoso referendum che di fatto voleva creare un bipolarismo vero e che elimini partitini, fogliette e one man partiti e che nascano due partiti che possano governare in alternanza per tutto il mandato.

Concludo con quello che già scrissi un anno fa:

Per concludere ribadisco che ALTERNANZA=DEMOCRAZIA e quindi mi auguro nasca in fretta un partito Democratico che abbia la capacità di aggregare la maggioranza dei voti del centrosinistra e che si possa permettere di governare senza la sinistra estrema che ora come ora tiene in scacco il centro e la sinistra moderata.
Viva la DEMOCRAZIA e Viva l’ALTERNANZA.

P.S.: quello che ho visto succedere al senato mi ha veramente schifato !!!!

  1. minuscolo per scelta []
Tags: , , , , , , , , , , , , ,

2 pensieri su “Il Governo Prodi è (Ri)caduto”

  1. Nasce da Palermo il movimento “ELEZIONI SUBITO”

    I cittadini di Palermo a seguito della caduta del Governo fondano il movimento nazionale “Elezioni Subito” al fine di ottenere dal Presidente della Repubblica Italiana On. Napolitano lo scioglimento delle Camere agli elettori lo facoltà di scegliere liberamente e democraticamente nuovi rappresentanti e mandare la casta parlamentare a casa.

    Al movimento hanno subito aderito il Coordinatore
    cittadino de “la Destra” Michele Tortorici, a cui hanno fatto seguito le adesioni delle associazioni Gioventù Italiana per conto del portavoce nazionale Ruggero Razza ed Unidestra per conto del fondatore Andrea de Leitenburg, dando così un immedianto respiro nazionale e giovanile dell’iniziativa.

    Fin da stamattina 25 gennaio 2008 il movimento sarà presente all’Università degli Studi di Palermo con una raccolta firme per presentare la petizione al Capo dello Stato.

    La petizione è sottoscrivibile online al sito internet http://www.firmiamo.it/elezionisubito

    Il Movimento Elezioni Subito

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>