Via Duccio di Boninsegna 27 - 20145 - Milano

3932948156 wolly66@gmail.com

L’ultima Legione

Questo articolo ha oltre sei mesi di vita, quindi, mi raccomando, verifica le informazioni contenute in quanto potrebbero essere ormai obsolete.

La copertinaValerio Massimo Manfredi , archeologo e professore universitario, è uno scrittore molto prolifico e ha pubblicato questo libro nel 2002.

Tra i libri di Manfredi non rientra nei miei preferiti, quando l’ho letto ho fatto molta fatica a superare la prima parte del libro , l’inizio della fuga attraverso l’Italia, perchè l’ho trovata lenta e noiosa. Il libro poi “rinasce” e diventa scorrevole e interessante. (altri particolari dopo il tag more per evitare di rovinare la trama a chi mi legge via feed reader).

la locandina del film
la locandina del film

Da questo libro è stato tratto un film che uscirà nelle sale italiane il 14 settembre 2007. Il trailer in italiano lo trovate qui in inglese e in HD qui e sembra molto bello (come tutti i trailers off course :-) ).

La regia è di Doug Lefler già visto all’opera nelle serie televisive Hercules e Xena, ed anche regista della seconda unità di “Spider-Man” (Sam Raimi, 2002) e del trascurabile Dragonheart: A New Beginning. [fonte : Fantasy magazine ]

Un buon cast di attori su tutti il premio Oscar Ben Kingsley.

Il tutto comincia nel 476 d.c. (da molti considerata la data della fine dell’Impero Romano d’occidente) con l’uccisione di Oreste il padre di Romolo Augustolo (l’ultimo Imperatore romano d’occidente) e la promessa strappata da Oreste morente a Aureliano Ambrosio Ventidio di proteggere il figlio Romolo Augustolo.

Aureliano con pochi seguaci (Vatreno ,il gigante Batiato, la bella venetiana Livia Prisca e gli ex legionari Orosio e Demetrio ) si reca a Capri per liberare Romolo e il suo precettore Meridius Ambrosinus dall’esilio dorato, scappando trovano una stanza segreta dove è nascosta la leggendaria spada Calibica di Caio Giulio Cesare che riporta questa incisione “CAI* IUL * CAES * ENSIS * CALIBURNUS” (dopo il tag more scoprirete , se lo vorrete, perchè è importante.

Da li comincia la fuga attraverso tutta l’Italia, la Gallia per raggiungere infine la britannia inseguiti dallo spietato Wulfila e dai suoi cavalieri Eruli.


Manfredi parte da alcuni fatti storici per creare una storia da mito e leggenda.

Meridius Ambrosinus è un Britanno , il cui nome originale è Merlino che si ricorda di una vecchia profezia e ritiene quindi Romolo il futuro re dei britanni e quindi suggerisce a tutti di scappare in Britannia.

Nel libro è molto bella la descrizione della fuga in Gallia dove incontreranno una legione con un Comandante ancora fedele all’Impero che salverà i nostri dai cattivi, riconoscerà l’imperatore e li aiuterà a raggiungere il mare.

Giunti in Britannia troveranno un Re con una maschera d’oro ,Wortigern , che cercherà di ucciderli , e che poi sarà ucciso da Wulfila (che indosserà la maschera e si sostituirà a lui ) loro si nasconderanno in un forte romano abbandonato una volta sede della leggendaria Legio XII Drago.

Li grazie alla fama della XII Drago ,troveranno aiuto e in un’epico scontro finale sconfiggeranno (off course) gli uomini di Wulfila e lui stesso muore, trafitto da Romolo Augustolo e dalla spada di Cesare . Romolo conficca la spada in una roccia al centro del lago vicino al quale avevano combattuto.

Aurelio e Livia tornano in Italia.

L’iscrizione sulla spada CAI* IUL * CAES * ENSIS * CALIBURNUS viene parzialmente coperta da incrostazioni e da licheni, rovinata dal tempo si legge ora “E*S*CALIBUR” :-) qui il nostro Valerio Massimo Manfredi ha un pò ciurlato nel manico :-)e nascerà la leggenda di Re Artu’ (il figlio di Romolo Augustolo -> Uther Pendragon ) e della spada magica Excalibur.

Alla fine il libro,anche se non è tra i miei preferiti, ve lo consiglio il film , aspetto di vederlo.

[Articolo sul Film]

[tags]valerio massimo manfredi,artu,excalibur,impero romano,l’ultima legione,caio giulio cesare,caliburnus,eruli,uther pendragon,legio XII drago,wulfila,romolo augustolo,film,trailer,gallia,britannia,merlino,meridius ambrosinus,oreste,capri,ben kingsley,476,doug lefler,libri[/tags]

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

4 thoughts on “L’ultima Legione”

  1. oggi ho visto al cinema “l’ultima legione” e mi è piaciuto moltissimo(y).
    E’ diverso dal libro che a suo tempo mi piacque molto tanto da incuriosirmi su altri libri di V.M.Manfredi. So che Manfredi ha curato la sceneggiatura del film – e meno male, così non si
    sono smarrite le magnifiche descrizioni delle battaglie, delle armi e la cura dei suoi personaggi.
    Personalmente, lo trovo anche più veritiero del “gladiatore” ( era pieno di cialtronate storiche!)
    e non sono d’accordo con l’articolo del Messagero di oggi sul film.
    Mi dispiace solo che sia stato un film di 1h e mezza, e la fuga dei personaggi da Capri attraverso tutta l’italia fino in britannia così ben descritta nel libro sia stata quasi sorvolata nel film con poche scene.
    Gli attori sono stati tutti ben adeguati ai ruoli e l’ironia di Sir Kingley ha alleggerito parecchio l’anima del film. :)(y)(y) andate a vederlo!

  2. il film ? orrendo, recitato malissimo, il corvo è quello che ha recitato meglio. con il libro ha poco a che fare, vengono completamente cambiate delle cose ed altre tralasciate. insomma, andate a vedervi i simpson che è meglio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

Wolly's Weblog is Stephen Fry proof thanks to caching by WP Super Cache

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: